rock

Lateralus, il viaggio dei Tool verso la perfezione

La perfezione non appartiene a questo mondo. Questa frase l’abbiamo già sentita da qualche parte. E ognuno ci ha sempre aggiunto le eccezioni che riteneva più opportune. Ma il concetto alla base resta: la perfezione non è di questo mondo…

Il mondo sommerso dello Stoner, il rock del nuovo millennio

«Il rock convenzionale ha continuato nell’opera di sciacallaggio del suo verminoso passato, inaugurando gli anni Zero con un revival garage punk (White Stripes, Hives) e chiudendolo con un assalto senza regole ai decenni passati. Il post-punk anni ’80, lo shoegaze…

Mezzo secolo senza Jimi Hendrix, il dio nero e mancino

Il Wah-Wah nacque nel 1966 da una fusione tra l’organo Vox Continental e l’amplificatore per Chitarra Super Vox Beatle. In quel momento la Vox, azienda inglese, stava cercando di cavalcare la Beatlemania e nel 1965 firmò un contratto con Thomas…

Dalla Svezia alla Toscana: le radici dei Siena Root

L’immagine tradizionale di Siena è quella di una città dalle tante sfumature del rosso mattone. Piazza del Campo con il meraviglioso Palazzo Pubblico, la Torre del Mangia, i tanti palazzi che vi si affacciano, la pavimentazione in mattoni a spina…

Il Dio del blues vive in Svezia sull’isola di Hisingen

Pescatori, marinai, manovali, scaricatori, operai. La storia dell’isola di Hisingen, la quinta più grande della Svezia, potrebbe essere il contesto giusto per una favola nordica, un racconto di Jack London o una storia del proletariato moderno. Dalla pesca agli stabilimenti…

Rock, jazz e dadaismo: storia e leggenda della “scena di Canterbury”

Prendete l’autostrada da Londra in direzione sud-est, come se volesse arrivare a Dover. Dopo circa 61 miglia, imboccate l’uscita verso Canterbury/Harbledown, e proseguite seguendo le indicazioni per l’antica capitale del regno anglosassone del Kent. Fondata secoli prima di Cristo, nel…

Da autista di autobus a icona del rock: l’incontro tra Bon Scott e gli Ac/Dc

Il 28 dicembre 1836, la corona britannica allargò ufficialmente i confini del suo regno fino all’Australia meridionale. La data è tutt’oggi festeggiata come Proclamation Day. Il luogo in cui sarebbe nata la nuova capitale, un’altura nei pressi del fiume Torrens,…

Elmore James, il vagabondo alcolizzato che poggiò lo slide sulla chitarra

Un collo di bottiglia rotto strideva sulle corde di una vecchia chitarra, distorcendo il suono, rendendolo più acuto e oscillante. Solitamente quel collo di bottiglia veniva infilato all’anulare sinistro, dopo esser stato raccolto da terra al termine di qualche rissa…

Rory Gallagher, il proletario irlandese che rifiutò i Rolling Stones

Mick Taylor era un bravo ragazzo, timido e discreto. Fumava e beveva poco, ma amava visceralmente il blues e lo suonava meravigliosamente bene. Lo sapeva John Mayall, se ne resero conto i Rolling Stones sin dal 1969. Ma la timidezza…

Billie Holiday, l’America e il razzismo: la rivoluzione di Strange Fruit

Il Cafè Society si trovava a Sheridan Square, al Greenwich Village di New York. Era uno dei pochi locali in cui i neri potevano sedere al fianco dei bianchi: c’erano intellettuali di sinistra, liberali e musicisti. Il proprietario, Barney Josephson,…