recensione

City di Baricco: la meraviglia di un libro scritto a caso

City di Baricco è un libro scritto a caso. Tre storie che si incrociano senza alcun tempismo o logica. Tre storie contenute una nell’altra come scatole cinesi. Troppo difficile ricostruire una struttura lineare della trama. Quindi procederò così, un po’…

L’amico ritrovato: Fred Uhlman si racconta

Subito dopo aver letto L’amico ritrovato di Fred Uhlman, romanzo del 1971, viene spontaneo chiedersi se sia una storia vera oppure frutto della fantasia. Divorata dalla curiosità ho iniziato a fare qualche ricerca sul web e ho trovato la risposta…

La regina degli scacchi: il romanzo del 1983

In pochi sanno che La regina degli scacchi, serie tv Netflix, è stata tratta dall’omonimo romanzo di Walter Trevis pubblicato nel 1983. È una storia che non parla solo di scacchi: parla di solitudine, dipendenze e femminismo. Beth Harmon ha…

Come le case editrici ci ingannano: “Le voci della sera” di N. Ginzburg

Natalia Ginzburg è una scrittrice molto amata da noi di Muse d’Inchiostro. Protagonista oggi è Le voci della sera, (forse) un romanzo familiare scritto durante il soggiorno inglese dell’autrice. E se volete scoprire con quali furberie le case editrici spesso…

“Memoria delle mie puttane tristi”, ovvero, novant’anni di solitudine

“Non sono mai andato a letto con una donna senza pagarla, e le poche che non erano del mestiere le convinsi con la ragione o con la forza a prendere il denaro sia pure per buttarlo nella spazzatura. Verso i…

La corsara: vita, poesia e attualità di Natalia Ginzburg

Cosa resta, alla fine di un romanzo, della vita quotidiana, dello sguardo, delle convinzioni e delle abitudini di uno scrittore? Cosa separa la restituzione di un’opera letteraria e l’esperienza pulsante che la rende possibile? In quale modo la personalità di…

Ragazzi di Camorra: educare e crescere a Scampia

Esiste un momento in cui la lettura di un romanzo, non importa se per ragazzi, si intreccia a tal punto con l’esperienza della tua vita che raccontarlo provando a mantenere un distacco appare inutile e limitante. Avverto piuttosto la necessità,…

Nel mare non esistono taxi: la pratica della testimonianza

Sarebbe necessario che la lettura di questo libro, In mare non esistono taxi, potesse cominciare lasciando andare, almeno per un poco, le barriere concettuali di orientamenti politici e pregiudizi, senza però dimenticarli completamente. Doveroso sarebbe invece tornare a loro, riorganizzarli,…

Se una notte d’inverno fossimo noi i viaggiatori?

Avvicinarsi alla vastità di un’opera come Se una notte d’inverno un viaggiatore tramite la lettura è un’esperienza che non lascia indifferenti. Leggerla, filtrarla con la propria sensibilità di lettore e poi decidere di farne una recensione non solo lascia un…

Il lessico universale di Natalia Ginzburg

Intimo e universale, timido e risoluto, delicato e ironico: Lessico famigliare di Natalia Ginzburg (Einaudi editore, 1963) si presenta come un romanzo autobiografico in grado di svelare, a partire dalle vicende quotidiane della famiglia dell’autrice stessa, il legame molto spesso…