Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

Beppe Fenoglio e il partigiano Johnny: per una lettura letteraria dell’esperienza partigiana

Un testo ibrido Occhieggia tra le pagine del romanzo di Fenoglio una luce singolare, un inatteso e pur familiare bagliore che apparenta questa raccolta alle grandi vestigia letterarie del Novecento italiano. Si tratta, con Il partigiano Johnny di una raccolta postuma, a dire il vero, un collettaneo che conosce punte significative di eterogeneità e di […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

Norwegian Wood di Murakami: una dolce melodia da Oriente

“Noi siamo tutti esseri imperfetti che vivono in un mondo imperfetto” Sono sicura che quasi a tutti sia capitato di vivere quel momento in cui l’aereo sul quale si viaggia sfiori il suolo e atterri. Dopo un tragitto, breve o lungo che sia, si arriva finalmente a toccare il terra, le orecchie si chiudono, a […]

Categorie
Attualità E poi c'è la prof

Cara parafrasi, possiamo farcela senza di te?

Croce e delizia di docenti e studenti, la parafrasi è uno degli strumenti più antichi (ne parla già nel I secolo d.C. il maestro di retorica Elio Teone) e, forse, più efficaci per verificare la comprensione di un testo. Negli ultimi anni, tuttavia, alcuni professori, soprattutto nel triennio delle superiori, tendono a non richiederla più […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

L’esistenza di un clown: da Heinrich Boll a Joker

“Tutti sanno che un clown dev’essere malinconico per essere un buon clown, ma che per lui la malinconia sia una faccenda seria da morire, fin lí non arrivano.” HEINRICH BÖLL, Opinioni di un clown Essere un clown non è semplice. L’ho sempre pensato e quest’idea mi ha più volte ossessionata, al punto che i clown e le figure circensi in generale sono […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro Uncategorized

La corsara: vita, poesia e attualità di Natalia Ginzburg

Cosa resta, alla fine di un romanzo, della vita quotidiana, dello sguardo, delle convinzioni e delle abitudini di uno scrittore? Cosa separa la restituzione di un’opera letteraria e l’esperienza pulsante che la rende possibile? In quale modo la personalità di una donna come Natalia Ginzburg è in grado di creare vicende finzionali, inserirsi nel panorama […]

Categorie
Attualità E poi c'è la prof

Sono solo canzonette?

Possiamo considerarle poesie “a pieno titolo” oppure sono solo canzonette? Possiamo mettere Guccini, Dalla o De Andrè sullo stesso piano di Leopardi e Carducci? L’idea provoca, generalmente, lo sdegno degli accademici, oltre che la perplessità dei diretti interessati (cliccate qui per sentire cosa ne pensava Fabrizio De Andrè). Nelle antologie scolastiche Tuttavia la canzone d’autore è, […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

E’ questa la vita che vorremmo vivere? Le ore di Michael Cunnigham

“C’è solo questo come consolazione: un’ora qui o lì, quando le nostre vite sembrano, contro ogni probabilità e aspettativa, aprirsi completamente e darci tutto quello che abbiamo immaginato, anche se tutti tranne i bambini (e forse anche loro) sanno che queste ore saranno inevitabilmente seguite da altre molto più cupe e difficili” Vi è mai […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

Ragazzi di Camorra: educare e crescere a Scampia

Esiste un momento in cui la lettura di un romanzo, non importa se per ragazzi, si intreccia a tal punto con l’esperienza della tua vita che raccontarlo provando a mantenere un distacco appare inutile e limitante. Avverto piuttosto la necessità, quasi bruciante, di restituire ciò che le pagine di Ragazzi di Camorra presentano tramite il […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

Jean-Paul Sartre e la nausea dell’esistenza

Capita spesso di credere che il mondo filosofico occupi un posto tutto suo, che i messaggi, i pensieri, le riflessioni che lo abitano siano qualcosa di totalmente avulso dal contesto. Ebbene, io credo, non ci sia niente di più entusiasmante di avventurarsi nella lettura di un testo di filosofia per cercare, ed eventualmente portare alla […]

Categorie
Letteratura Muse d'inchiostro

Ritratto di Novecento

Si apre il sipario. Sul palco appare un uomo. Un solo uomo in mezzo ad una sceneggiatura inesistente ed è vestito di sole parole. Quella che recita è un’opera che vive in bilico tra l’essere monologo teatrale e semplice racconto, meglio se letto ad alta voce. Ma poco importa in realtà: quella che Baricco scrive, […]