Muse d’inchiostro

“Le parole sono pietre”: il viaggio nella storia di Carlo Levi

“La Sicilia, come tutto il Mezzogiorno, ma in modi propri e particolari, si muove; e le azioni, le parole, i sentimenti, le lotte, le attese, le morti di cui ho parlato qui, e tutte le altre infinite che avvengono ogni…

Per Camus è finito il tempo degli eroi

«Un romanzo non è mai altro che una filosofia messa in immagini» (dalla recensione di Albert Camus a de “La nausea”, Jean-Paul Sartre, per la rivista Alger républicain)           Albert Camus nel 1947, sulla scia di…

Se una notte d’inverno fossimo noi i viaggiatori?

Avvicinarsi alla vastità di un’opera come Se una notte d’inverno un viaggiatore tramite la lettura è un’esperienza che non lascia indifferenti. Leggerla, filtrarla con la propria sensibilità di lettore e poi decidere di farne una recensione non solo lascia un…

New York, mia Babele! Tuo Paul Auster

«Sono venuto qui a New York perchè non c’è al mondo luogo più abietto e desolato di questo. La disgregazione è ovunque, lo smarrimento è totale. Basta aprire gli occhi per accorgersene. Frantumate le persone, frantumati gli oggetti, frantumati i…

Il lessico universale di Natalia Ginzburg

Intimo e universale, timido e risoluto, delicato e ironico: Lessico famigliare di Natalia Ginzburg (Einaudi editore, 1963) si presenta come un romanzo autobiografico in grado di svelare, a partire dalle vicende quotidiane della famiglia dell’autrice stessa, il legame molto spesso…

Solitudini e deserti: il Marocco di Tahar Ben Jelloun

“Creature di sabbia” è un libro di cui non riusciamo a cogliere appieno nè il soggetto narrante nè l’oggetto narrato può essere considerato un bel libro? Uno in cui ci si sente dopo pochi paragrafi dispersi, un po’ per il…

La prospettiva della gioia

Per avvicinarsi a Goliarda Sapienza e al suo romanzo L’arte della gioia è indubbiamente necessario correre il rischio dell’incertezza, di sporgersi per guardare come punti fermi e convenzioni vacillino sotto l’occhio e il cuore vigile di Modesta, donna dall’intelligenza machiavellica…

I nostri mondi anomali nei racconti di Ottessa Moshfegh

Con Homesick for another world torniamo a parlare di racconti brevi e diamo inizio in bellezza al 2019. Questa raccolta firmata Ottessa Moshfegh non potrà che catturare la vostra attenzione: fosse anche solo per titolo e copertina, io fossi in voi…

Asimov voleva “solo” salvare il mondo

“Fondazione” è la quadrilogia con cui Isaac Asimov ha cambiato per sempre il mondo della letteratura fantascientifica. Anche da giovane non riuscivo a condividere l’opinione che, se la conoscenza è pericolosa, la soluzione ideale risiede nell’ignoranza. Mi è sempre parso,…

Calvino non gioca a dadi con l’universo

“Così decifrando il diario della melanconica (o felice?) collezionista di sabbia, sono arrivato a interrogarmi su cosa c’è scritto in quella sabbia di parole scritte che ho messo in fila nella mia vita, quella sabbia che adesso mi appare tanto…