Muse d’inchiostro

L’ultima nave per una nuova Tangeri: che senso ha aspettare?

A causa della situazione pandemica le persone si stanno abituando sempre più ad acquistare libri online. L’odore della carta, il colore della copertina e aggiungiamo anche il volume del testo, smettono di essere elementi essenziali per scegliere e comprare un…

“Memoria delle mie puttane tristi”, ovvero, novant’anni di solitudine

“Non sono mai andato a letto con una donna senza pagarla, e le poche che non erano del mestiere le convinsi con la ragione o con la forza a prendere il denaro sia pure per buttarlo nella spazzatura. Verso i…

Il colibrì di Veronesi o meglio Marco Carrera

Da sempre l’uomo si ispira alla natura con lo scopo di imitarla e riprodurre i suoi suoni, i comportamenti degli animali. L’armonia e la precisione del volo di un uccello, ad esempio quello di un colibrì, non riescono ad essere…

INTERVISTA: Anna Giurickovic Dato ci parla de “Il grande me”

Abbiamo avuto l’occasione di intervistare Anna Giurickovic Dato, autrice de Il grande me edito da Fazi Editore.  Questo romanzo, in parte autobiografico, è la storia di Carla e dei suoi due fratelli che, dopo aver ignorato per anni il proprio…

“Il grande me”: amare un padre, alla fine

Edito da Fazi Editore, esce oggi in libreria Il grande me, l’ultimo romanzo di Anna Giurickovic Dato, autrice de La figlia femmina. Questo romanzo, in parte autobiografico, è la storia di Carla e dei suoi due fratelli che, dopo aver ignorato per…

Le Black Holes: una storia di ragazze ribelli, scheletri e scatole

Ricordo distintamente quando ho comprato il mio primo fumetto: era luglio, il giorno dell’esame di Storia della filosofia morale, l’ultimo della sessione estiva.  La mattina stessa, nelle ore angoscianti che precedono l’interrogazione, strinsi una di quelle amicizie occasionali pre-esame motivate…

Accabadora: colei che aiuta la sorte

Ormai da parecchio tempo assistiamo a quel particolare quanto diffuso fenomeno che prende il nome di urbanizzazione o inurbamento: per bisogno o necessità le persone migrano dalle campagne alle città. Da sempre mi sono chiesta se mai un giorno si…

Sangue di donna: Le nevi dell’esilio di Lian Hearn

Quando si legge una trilogia e si è avvezzi alle dinamiche delle saghe una cosa è ben chiara: difficilmente il secondo volume tiene testa al primo. Lo stesso vale per “Le nevi dell’esilio”, di Lian Hearn (2003), secondo capitolo della…

Morti ma senza esagerare: verde come vita

Mai giudicare un libro dalla copertina, si dice. Eppure se si dà un’occhiata veloce a Morti ma senza esagerare di Fabio Bartolomei è proprio la copertina che colpisce. Una ragazza dai capelli nero corvino che con sguardo compiaciuto fa capolino da un’immensa…

Distruzione dell’ottimismo e inno alla semplicità: il Candido di Voltaire e Sciascia

Due ragazzi, stesso nome, duecento anni di distanza. Stiamo parlando del Candido di Voltaire e del Candido di Sciascia. Il primo scritto nel 1759, il secondo nel 1977. Veloce, scattante, ritmata, assurda è la trama in cui si muovono i…