Musica

Il ritorno al futuro di Elisa è un invito a migliorare il mondo in cui viviamo: il racconto della tappa al Real Sito di Carditello

Il Real Sito di Carditello, progettato dall’architetto romano Francesco Collecini, allievo di Luigi Vanvitelli, e costruito nel 1787 per volere di Ferdinando IV di Borbone, è la location che quest’anno ospita il Carditello Festival. Un luogo affascinante, intriso d’arte e di storia, rimasto troppo a lungo in condizioni di degrado, che sta tornando agli antichi splendori grazie allo straordinario lavoro della Fondazione Real Sito di Carditello, presieduta da Luigi Nicolais.

Dopo l’apertura made in Naples con “Passione live”, dedicato alla canzone napoletana con special guest come Zulù dei 99 Posse, Raiz e Francesco di Bella, al Real Sito va in scena la tappa napoletana del “Back to the future tour” di Elisa, evento di punta di un cartellone estremamente interessante, che potete consultare a questo indirizzo. Aveva promesso in conferenza stampa che ogni tappa sarebbe diventata l’occasione per valorizzare il luogo che l’avrebbe ospitata, tra parchi, boschi, borghi antichi e luoghi storici, e anche la tappa campana non ha fatto eccezione.

Il tour dell’artista friulana, attualmente ai vertici dell’airplay radiofonico con Litoranea, in featuring con Matilda de Angelis, porta con sé un messaggio di estrema importanza: ognuno, nell’infinitamente piccolo della propria quotidianità, è chiamato a fare qualcosa per rallentare il cambiamento climatico.

Non soltanto parole e bellissime canzoni a riguardo – su tutte “I feel it in the Earth” e “Fuckin’ believers”, contenute nel nuovo album in inglese della Toffoli -, ma un impegno costante che l’ha portata a diventare Ally dell’ONU e a sostenere Music For The Planet, progetto realizzato da Music Innovation Hub ed AWorld a favore di Legambiente, per la messa a dimora di alberi in diverse aree italiane, che andranno a contribuire al raggiungimento degli obiettivi del progetto Life Terra, che prevede di piantare 9 milioni di alberi in Italia e 500 milioni in tutta Europa.

A pochi minuti dalle 22, inizia lo spettacolo con Let Me, “Show’s rollin’ ” – che dal vivo, grazie all’apporto delle coriste, vede ancor più accentuata la sua vena gospel, al pari di “A tempo perso” – e “Palla al centro”, i primi tre brani tratti da “Ritorno al futuro / Back to the future” presenti in scaletta.

Se ha imparato a cantare – racconta dal palco – molto lo deve a “Hallelujah”, capolavoro firmato Leonard Cohen, e a suo nonno. Era con lui nel momento in cui l’ha lasciata e gli ha detto addio così. Alla Reggia di Carditello, Elisa l’ha riproposta nella straordinaria versione di Jeff Buckley, contenuta in quel capolavoro che è “Grace”. È così che inizia il momento più emozionante dello spettacolo, con i brani di maggior successo del repertorio della Toffoli, come “Anche fragile”, “Eppure sentire”, “Broken”, “Gli ostacoli del cuore”, “Luce”.

Da brividi l’esecuzione di “O forse sei tu”, brano con cui è stata protagonista al Festival di Sanremo, che porta la firma del napoletano Davide Petrella, in arte Tropico.

Sul finale, “Stay”, “No hero” e “Together” sono un inno alla gioia e alla libertà, mentre “A modo tuo” è un augurio ormai rivolto al pubblico di tutte le età. Si chiude così una serata dalle mille emozioni, in cui la bellezza della location si è sposata alla perfezione con la straordinaria performance di Elisa, che si dimostra per l’ennesima volta un’artista capace di emozionare e far divertire come nessun’altra in Italia.

ELISA, LA SCALETTA DEL CONCERTO DI CASERTA

Let me
Show’s rollin’
Palla al centro
Rainbow
L’anima vola
A tempo perso
Heaven out of Hell
Hallelujah
Anche fragile
Eppure sentire
Broken
Gli ostacoli del cuore
O forse sei tu
Se piovesse il tuo nome
I feel it in the Earth
Luce
Stay
No hero
Fuckin’ Believers
Together
A modo tuo

BACK TO THE FUTURE LIVE 2022, I PROSSIMI APPUNTAMENTI

10 luglio Pistoia (Toscana) – Piazza Duomo

12 luglio Bologna (Emilia) – Sequoie Music Park

15 luglio Cattolica (Rn) (Romagna) – Arena della Regina

16 luglio Fermo (Marche) – Piazza del Popolo

18 luglio Umbria

20 luglio Vasto (Ch) (Abruzzo) – Area Eventi Aqualand

21 luglio Molise

23 luglio Lecce (Puglia) – Piazza Libertini

24 luglio Molfetta (Ba) (Puglia) – Banchina San Domenico

27 luglio Matera (Basilicata) – Cava del Sole

29 luglio Follonica (Gr) (Toscana) – Parco Centrale

31 luglio Bellinzona (Svizzera) – Castel On Air (Castelgrande)

2 agosto Treviso (Veneto) – Arena Della Marca

4 agosto Palmanova (Ud) (Friuli) – Piazza Grande

6 agosto Torbole sul Garda (Tn) (Trentino) – Foci del Sarca

25 agosto Castiglioncello (Li) (Toscana) – Castello Pasquini

27 agosto Olbia (Sardegna) – Olbia Arena

1 settembre Agrigento (Sicilia) – Valle dei Templi

3 settembre Siracusa (Sicilia) – Teatro Greco

5 settembre Taormina (Sicilia) – Teatro Antico

7 settembre Roccella Jonica (Rc) (Calabria) – Teatro Al Castello

11 settembre Milano (Lombardia)

13 settembre Milano (Lombardia)

14 settembre Milano (Lombardia)

17 settembre Pisa (Toscana) – Piazza Dei Cavalieri

21 settembre Roma (Lazio) – Cavea Parco Auditorium della Musica

23 settembre Roma (Lazio) – Cavea Parco Auditorium della Musica

24 settembre Roma (Lazio) – Cavea Parco Auditorium della Musica

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.