Comunicati

Carlo Mey Famularo: “Ho cercato di viaggiare con note e parole e la mia destinazione è stata virtualmente Cuba” [INTERVISTA]

Carlo Mey Famularo ha da poco rilasciato “Cuba café”, un album nato durante la pandemia, che parla di cose belle: degli odori, dei sapori, dell’amore che rende felici e che ci fa sentire vivi.

Per presentarlo, ho scambiato due chiacchiere con lui.

Chi è Carlo Mey Famularo e come si è avvicinato al mondo della musica?

Ho sempre avuto una grande passione per la musica, ma la svolta c’è stata quando due big della musica americana mi invitarono a suonare con loro sul palco a Napoli, era il 1991 e i due artisti erano Billy Preston e Sam Moore… due giganti del soul.

“Cuba Cafè” è il titolo del tuo nuovo album. Vuoi presentare ai nostri lettori il tuo lavoro?

È un album nato durante la pandemia, quando la voglia di viaggiare era fortissima. Ho cercato di viaggiare con note e parole e la mia destinazione è stata virtualmente Cuba, isola che adoro.

Nel disco è presente anche una nuova versione di “Un posto al sole”, sigla dell’omonima serie tv. Com’è nato questo brano?

Era un brano presente nel mio primo disco pubblicato nel 1997. La rai pubblicò un bando per la sigla di “Un posto al sole” e scelsero il mio brano. Non avrei mai immaginato che sarebbe diventato una canzone conosciuta in tutto il mondo, una vera sorpresa.

Grazie a “Un posto al sole” hai ricevuto un premio in Canada nel 2019. Che ricordi hai di quel momento?

Vado spesso in Canada per concerti, inoltre ho pubblicato un album “Night Club” registrato a Toronto e prodotto da Joel Joseph e Kenny Moran (producer di Earth Wind e fire). Durante l’ultima mia visita ebbi la piacevole sorpresa di ricevere questo premio che gratificava la sigla che da tanti anni gli italiani seguono, in Canada e nel resto del mondo.

Progetti futuri di Carlo Mey Famularo?

Sto organizzando un tour per i teatri italiani con uno show che racconterà in parole e musica la mia vita. “UN POSTO AL SOUL “, con chiari riferimenti alla mia musica di matrice pop soul e alla sigla di “Un posto al sole” che mi ha cambiato la vita e che continua a rappresentare questo programma di successo della RAI.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.