il pagante intervista
Interviste Musica

OPEN BAR e la necessità di cogliere l’attimo: IL PAGANTE si racconta [INTERVISTA]

“OPEN BAR” è il nuovo singolo de IL PAGANTE, il trio milanese che negli ultimi 10 anni ha raccontato una intera generazione, fotografando perfettamente vizi e virtù, sogni e manie.

Per presentare il nuovo singolo e ripercorrere i primi dieci anni di vita del gruppo, ho scambiato due chiacchiere con Federica Napoli, Roberta Branchini ed Eddy Veerus.

IL PAGANTE: L’INTERVISTA VIDEO A FEDERICA NAPOLI, ROBERTA BRANCHINI ED EDDY VEERUS

Di seguito alcuni passaggi dell’intervista.

EDDY VEERUS PRESENTA OPEN BAR

Open Bar è stata scritta è stata scritta due anni fa. In quell’anno dove invece stava andando forte “Settimana bianca” anche d’estate, quindi abbiamo optato per non farla uscire. L’estate scorsa siamo usciti con “Portofino”, quindi abbiamo preferito uscire solo con quella, e quest’anno abbiamo sentito che era il momento giusto, anche in virtù di quello che hai detto tu.

Open Bar, in gergo pagante, è quella la frazione di orario durante una serata in cui ti è concesso bere al bancone di un locale tutto quello che vuoi, pagando soltanto una cifra forfettaria all’inizio. Può essere letto come una sorta di carpe diem, perché dalle 9 alle 11 di questa serata ad esempio c’è l’Open Bar, quindi approfitta in quella fascia oraria per bere quanto vuoi, perché poi dopo dovrai continuare a pagare a pagare le consumazioni.

Tutto questo può essere una metafora anche parallela a una pioggia che può rovinare una festa, perché d’estate è probabile che durante festa all’aperto possano arrivare dei temporali che facciano interrompere inevitabilmente le feste.

Quindi il concetto di tutto questo è cogli l’attimo, approfitta dell’open bar, approfitta della festa finché non piove, approfitta di divertirti finché puoi, non sprecare mai le occasioni, buttati sempre.

Insomma, è una chiave di lettura forse un po’ troppo filosofica per IL PAGANTE, però se non avessimo fatto una cosa del genere quest’anno, in cui siamo costretti ad essere un pochettino più conscious, non so quando avremmo potuto farla.

COM’È NATO IL PAGANTE? CE LO SPIEGA FEDERICA NAPOLI

IL PAGANTE è nato puramente per gioco. Esisteva già questa pagina su Facebook, che si chiama appunto il pagante, che parlava degli atteggiamenti dei giovani dell’epoca. Io, Roberta e Merk di Merk & Kremont che abbiamo deciso per puro gioco di scrivere una canzone e l’abbiamo pubblicata su YouTube e ovviamente non ci aspettavamo tutto questo successo.

Alla terza canzone è subentrato Eddy, il percorso è diventato molto più lavorativo, perché che magari le prime canzoni erano tutte goliardia, poi a tutti gli effetti è diventato un vero e proprio lavoro.

LA FIGURA DEL PAGANTE NEL 2021

Qual è la figura del pagante nel 2021? La stessa che era anche dieci anni fa – commenta Eddy Veerus. Prima di questa c’erano il sancarlino, il paninaro, lo yuppie. È tutta un’evoluzione. Sicuramente sono cambiate le età, ma chi è cresciuto con una mentalità pagante poi è rimasto così, anche chi ha 30 anni ed era pagante prima, anche se prova a nasconderlo, lo è tutt’ora. Sono nati anche nuovi paganti giovani, che non sanno magari di esserlo, non conoscono il termine, ma comunque la loro natura è quella.

A Federica Napoli, Eddy Veerus, Roberta Branchini e Jessica Gaibotti va un sentito ringraziamento da parte della redazione di MentiSommerse.it

Intervista a cura di Corrado Parlati

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *