Song Machine ep.5: i Gorillaz tornano al classico

Song Machine ep.5: i Gorillaz tornano al classico

I Gorillaz tornano, a circa un mese di distanza da Friday 13th, con il quinto episodio di Song Machine, l’album work in progress che la cartoon band sta costruendo da gennaio. La nuova canzone di 2D e soci è Pac-Man.
Come di consueto, anche stavolta la Song Machine prevede una collaborazione con un artista esterno alla band; per Pac-Man la scelta è ricaduta sul rapper ScHoolboy Q.

L’unione tra la band di Plastic Beach e ScHoolboy Q regala un brano che rimanda ai tempi d’oro dei Gorillaz e, in particolare, la struttura della canzone sembra richiamare quella di Feel Good Inc., il pezzo più famoso del quartetto animato. Se lì il featuring era con De la Soul, qui il contributo rap è quello di ScHoolboy Q; ma le analogie non finiscono qui, dato che per la prima volta in Song Machine si riconosce nettamente che il protagonista della canzone è 2D.
I Gorillaz tornano qui protagonisti con le proprie sonorità e sono qualcosa di più di una side band o di un laboratorio che, citando Damon Albarn/2D ai tempi del lancio del progetto “mixerà qualsiasi cosa arrivi in studio”. La voce di 2D porta avanti tutto il brano per poi lasciare spazio alle barre dell’ospite, che raccoglie l’andamento ondivago del brano e lo stravolge con due strofe che si legano perfettamente, pur contrastandolo, con lo stile della canzone, che viene portata a termine proprio da lui.

Sicuramente la bellezza e l’incisività di Feel Good Inc. sono difficilmente riproducibili anche per un gruppo geniale come i Gorillaz, però va sottolineato come, rispetto ai primi brani di Song Machine, il quartetto cartoon paia sempre più calato nella parte: se Momentary Bliss li vedeva completamente marginali, progressivamente i Gorillaz stanno trovando il giusto amalgama tra il proprio stile e quello degli ospiti dei propri singoli.
Ancora una volta, comunque, sono pochi gli indizi sulla prossima uscita di Song Machine. Già Pac-Man è stato annunciato molto a ridosso della pubblicazione, tutto fa credere che lo stesso sarà per la prossima pubblicazione.
Come sempre, la qualità dei brani dei Gorillaz permette loro di creare attesa e farceli perdonare per quell’imprevedibilità che ormai i fan hanno imparato ad amare.

Pietro Caresana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *