Cara Europa, ti scrivo… una canzone!

Per sostenere l’Europa, questa settimana faccio lezione anche dalla mia cattedra virtuale. Mi rivolgo, allora, a voi, miei alunni del web e, soprattutto, a quelli che voteranno domenica per la prima volta: siete preparati? Sapete chi si eleggerà domenica? Conoscete l’Unione Europea e il suo funzionamento?

A un primo ripasso ci pensa Lorenzo Baglioni che prova a spiegare con sentimento e passione l’Unione Europea interpretandola in chiave neomelodica con la canzone “UE!” (se non avete ancora visto il video, cliccate qui). Il fiorentino Lorenzo, ribattezzatosi per l’occasione Lorenzino D’Angelo, riesce laddove non tutti i professori riescono, ovvero a raccontare in maniera efficace la struttura dell’Europa e, soprattutto, la sua importanza nelle nostre vite.

Dove informarsi

Nel grande mare del web non è sempre facile trovare informazioni attendibili, ma oggi vengo in vostro aiuto con consigli e raccomandazioni. All’interno dei social network è una buona regola sempre riferimento a profili e pagine istituzionali: su Facebook potrete trovare, ad esempio, l’Ufficio di informazione in Italia del Parlamento europeo e la pagina della rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Per dare alla vostra preparazione l’indispensabile profilo sovranazionale, potete, poi, mettere un “mi piace” a European Parliament, Council of the European Union European Commission. Ma non finisce qui: se ci sono tematiche che vi stanno particolarmente a cuore (le azioni concrete per il clima, scienza e innovazioni, o le possibilità di lavoro in Europa), c’è una costellazione di pagine correlate da visitare e tener d’occhio anche dopo le elezioni.

Non ci sono, però, solo i social. Con una rapidissima ricerca in rete si possono trovare tantissimi siti istituzionali (e, come ho spiegato poco tempo fa in classe, sono quelli che terminano in .gov o .eu) che forniscono notizie utili sulle istituzioni politiche europee e sulle modalità di voto.

Per ricchezza e completezza dei contenuti, vi segnalo questo sito: https://www.elezioni-europee.eu

L’Europa e i giovani

Raccontando il Salone del Libro di Torino (se vi siete persi l’appuntamento della scorsa settimana, cliccate qui), ho esordito con la lezione sull’Europa che Erri de Luca ha regalato a tutti i presenti. In quell’occasione, ha ricordato che c’è una generazione nata e cresciuta in uno spazio europeo, dove un titolo di studio conseguito in Italia ha lo stesso valore se ci si sposta in Spagna, in Germania o in Svezia.

L’Europa è lo spazio delle possibilità per i giovani: da studenti si può trascorrere un periodo in un altro stato grazie al programma Erasmus+, si può vivere un esperienza di volontariato grazie al Servizio Volontario Europeo (clicca qui per avere informazioni) e, grazie al portale EURES, si può cercare un impiego in tutto il mercato del lavoro europeo.

Scegliere il futuro

Domenica viene data a tutti un’opportunità importante: definire l’Europa in cui vogliamo vivere nei prossimi anni. Stavolta votate anche voi, ragazzi: non lasciatevi sfuggire l’occasione di scegliere il vostro futuro.

La mia lezione oggi si chiude così, con un video che l’Europa dedica a voi (cliccate qui).

 

Alice Cavinato

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *