“Il viaggio di Yao” alla riscoperta di ciò che conta davvero

Il Viaggio di Yao” è il film che questa settimana al cinema non potete assolutamente perdere se anche voi non avete resistito ad un re-watch di “Quasi Amici”, mandato in onda in tv giusto qualche giorno fa.

Non soltanto la presenza di Omar Sy, ma anche la delicatezza e l’humor delicato e allo stesso tempo irriverente del film lo rendono, infatti, molto simile a quello che ha reso famoso nel mondo l’attore francese.

Yao (Lionel Louis Basse) ha 13 anni, vive in Senegal e ha uno scopo: incontrare il suo idolo Seydou Tall (Omar Sy), un attore francese che arriverà in Dakar per promuovere la sua autobiografia. Decide, quindi, di scappare di casa e attraversare i km che lo separano da Tall, riuscendo finalmente ad incontrarlo. Seydou però, impressionato dal gesto del ragazzo, decide di riaccompagnarlo a casa, intraprendendo un viaggio che riporterà Yao a casa e che porteranno lui a scoprire le sue radici e che riusciranno a fargli dimenticare quel male di vivere tipicamente occidentale.

Il 2019 sembra proprio essere l’anno dei road movies.

Guardando “Il viaggio di Yao” è quasi impossibile non pensare subito a “Green Book”, il film vincitore dell’ultima edizione degli Oscar: anche qui c’è un provocatore, incarnato dal piccolo Yao, che scuote la coscienza di un uomo diviso tra due culture, che si è perso nella distanza che le separa.

Omar Sy è uno degli attori più interessanti della scena cinematografica attuale e ne dà conferma in questo film estremamente personale che vanta anche la sua co-produzione.

Sy è immerso in un contesto nuovo, nel quale non l’abbiamo mai visto in azione e ancora una volta è pronto a stupirci e, soprattutto, ad emozionarci, facendoci scoprire quella parte di sé, legata alle sue radici, che ancora non aveva condiviso con il suo pubblico.

Il film di Philippe Godeau non è sicuramente perfetto, ma è quello di cui forse tutti abbiamo un po’ bisogno: “Il viaggio di Yao” è un inno alla ricchezza della diversità, alla (ri)scoperta di quei valori che sono veramente importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

💎La newsletter di MentiSommerse.it porta direttamente sul tuo smartphone esclusive ed editoriali su musica, cinema, arte, letteratura e attualità.

Non solo: anteprime, news dell'ultimo minuto, suggerimenti su concorsi ed eventi culturali.

Cosa aspetti? È tutto a portata di un click!

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

MentiSommerse.it utilizzerà i tuoi dati personali per tenerti informato con regolarità sul mondo della cultura e, in alcuni casi, inviarti segnalazioni di eventi e iniziative organizzati dai nostri partner. Cliccando sul tasto "Iscriviti", accetti che MentiSommerse.it utilizzi i tuoi dati per le finalità indicate. MentiSommerse.it non cederà i tuoi dati a terze parti e utilizzerà i tuoi dati secondo le tue indicazioni. Se scegli di annullare l'iscrizione, MentiSommerse.it cancellerà il tuo indirizzo mail dal proprio database.