I Fiordalisi – Inediti di Linda Del Sarto

Ironica nell’uso misurato e capace della rima, la poesia di Linda Del Sarto lascia accennare un sorriso di presa di coscienza a chi ne dà lettura, accostando un uso misurato e specifico del lessico, senza mai abbandonare l’intento poetico, a una forte ritmicità che non lascia spazio a fronzoli o inutili giri di parole. Del Sarto versifica la difficoltà del vivere il mondo in maniera non superficiale e, dunque, in modo consequenziale, la forza necessaria per ristabilirsi essere tra gli esseri.

 

Voglio il coraggio che perpetua
gli eventi e poi le azioni, che
sbattezza tutto il tempo
in nome dei miei giorni sparsi.
Ma così richiede l’etere:
cambiarsi, carponi rovesciarsi,
rinascere al contrario – cuore all’aria
ed occhi dentro. Una scelta binaria.
Però confondo me e confondo
gli altri, rispondo con
domande troppo spesso,
dubbi nuovi infondo
e chiedo il nesso a quest’oblio
omesso a quasi mezzo
mondo: chi chi è chi
ci sarà che come io –
è inopportuno adesso.

**
Verrà anche agosto
e non sarà gentile, con noi
ed il nostro cane, le mie mani, muto –
verrà ad interrogarci per due ore
su quel che abbiamo dato
e non riavuto.
È la pietà mancata dell’estate:
a te ti ha assolto
a me mi ha rimandato
e soffro il suo calore ogni secondo,
a ricordare come devo amare
e quanto faticare in questo mondo.

**
Sarebbe quella e bisognerebbe
pure dirla, la fine che faremo
in questo eremo infelici,
che saremo sempre musica, balere
miste a male disturbante – come Dante
e la commedia: le tre fiere ed i tre regni

come noi che risorgiamo
e non ne siamo degni.

**
Il ricordo impazzisce
i sensi e ripropone.
Ci sono odori che
da fuori
entrano dentro, smuovono
pianti e stringono
a tradimento
mani e collo. Ammaccano
l’armonia dei visi.
Quel bacio, presempio: elettrolisi
del mio danno
cerebrale – dal tatto al non
contatto tra sinapsi. È normale.
Perché non fu tanto l’arte
del rimbambire, una catarsi
quanto l’instupidire
per il troppo amarsi.

**
La terra che mi segue e che
ritrovo ad ogni passo
si ostina a rintontirmi d’una trama:
santa donna senza sé in se stessa.
La testa perdo e sono sana,
non importa l’apparenza della cosa –
ho ancora da innaffiare la mia rosa,
violentarla con l’arsura. Com’è dura
stare sul balcone ad aspettarsi,
mi vedo, giro l’angolo da ore,
là nascosta fra le ortiche
perdo il mio segreto arcano.
La mia vita è il rampicante
che ho avvinghiato qui alla mano

 

Linda Del Sarto nasce a Lucca il 14 maggio 1994. Vince nel 2011 il primo premio della categoria “Giovani” per la poesia, concorso “Il Campino”, presso Montecarlo di Lucca. Risulta poi finalista della XVI edizione del concorso nazionale “Mario dell’Arco” di Roma del 2012. Nell’ottobre 2013 stampa il proprio libro di poesie dal nome “Se la mia non è poesia”, devolvendone il ricavato all’A.G.B.A.L.T. Onlus di Pisa (Associazione dei Genitori dei Bambini Affetti da Leucemia e Tumore). Viene segnalata nel 2016 nell’ambito del Premio Rimini; risulta finalista del Premio Poiè presso Gallipoli nell’aprile 2017 e del Certamen Isotteo di Rimini nel luglio dello stesso anno; nel giugno 2018 è finalista del Certamen universitario dell’Università di Bologna. Dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere comparate presso l’Università di Pisa, frequenta attualmente il secondo anno di Lingua e cultura italiane per stranieri all’Alma Mater Studiorum di Bologna.

 

Alessandra Corbetta
(guarda anche l’uscita precedente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

💎La newsletter di MentiSommerse.it porta direttamente sul tuo smartphone esclusive ed editoriali su musica, cinema, arte, letteratura e attualità.

Non solo: anteprime, news dell'ultimo minuto, suggerimenti su concorsi ed eventi culturali.

Cosa aspetti? È tutto a portata di un click!

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

MentiSommerse.it utilizzerà i tuoi dati personali per tenerti informato con regolarità sul mondo della cultura e, in alcuni casi, inviarti segnalazioni di eventi e iniziative organizzati dai nostri partner.Cliccando sul tasto "Iscriviti", accetti che MentiSommerse.it utilizzi i tuoi dati per le finalità indicate.MentiSommerse.it non cederà i tuoi dati a terze parti e utilizzerà i tuoi dati secondo le tue indicazioni. Se scegli di annullare l'iscrizione, MentiSommerse.it cancellerà il tuo indirizzo mail dal proprio database.