Anno nuovo, letture nuove?
Una frenesia di pubblicazione che non lascia scampo: il mercato editoriale è così in questo 2019. Centinaia di volumi vengono pubblicati ogni settimana e dopo appena qualche mese già sembrano terribilmente datati. Eppure conclamati scrittori di pregio, vengono attesi con curiosa anticipazione da parte dei lettori, c’è ancora quel meccanismo di attesa che rende le letture speciali. Ecco dunque alcuni dei volumi che sembrano suscitare il maggior interesse per quanto riguarda le uscite del 2019.

Sally Rooney
Normal People

 

Il suo Parlarne tra amici è stato una rivelazione annunciata, nel senso che il suo esordio conversazionale, in cui scandagliava i rapporti di amicizia e i dislivelli di sentimenti e potere fra diverse generazioni di amanti, è finito dritto nelle classifiche dei libri più letti e chiacchierati del 2018. Nel 2019 l’irlandese Sally Rooney tornerà tradotta in italiano (sempre da Einaudi) con la seconda opera Normal People, in cui nuovamente si intrecciano conflitti di classe, equilibri di potere, fragilità dei sessi in un nuovo e problematico affresco generazionale.

Giacomo Papi
Il censimento dei radical chic

 

Tocca agli intellettuali: in una Italia paradossale dopo rom, clandestini e omosessuali. Il primo è stato Giovanni Prospero, colpevole di aver citato Spinoza in tv, poi seguirono tutti gli altri, inseriti a forza nel Registro nazionale degli Intellettuali e dei Radical Chic. Il romanzo di Papi,è un viaggio inquietante sull’ultimo e fragilissimo argine del pensiero libero che ci è rimasto. Uscirà il 24 gennaio per Feltrinelli.

Michel Houellebecq

Serotonina

 

Michel Houellebecq torna a gennaio con un altro romanzo, a quattro anni dal suo ultimo controverso bestseller, Sottomissione,pronto sicuramente a far nuovamente discutere. Seratonina, pubblicato il 10 gennaio da La Nave di Teseo, è un libro avvolto nel mistero dato che l’editore francese ha chiesto di mantenere il più stretto riserbo sulla trama fino al 27 dicembre 2018.

Amy Hempel
Sing to It

 

I racconti a cui la scrittrice Amy Hempel ci ha abituato sono squarci nell’essenza della vita e della memoria,sono forti e spesso molto brevi,ricchi di ambiguità. A gennaio la casa editrice Sem farà il regalo ai fedeli lettori di ripubblicare l’antologia completa dei suoi racconti fino al 2006, Ragioni per vivere, mentre negli Stati Uniti a marzo uscirà la sua nuova attesa raccolta, Sing to It, dopo più di dieci anni di quasi assoluto silenzio.

Margaret Atwood
The Testaments

 

Pubblicato nel 1985, il romanzo di Margaret Atwood The Handmaid’s Tale (da noi edito nel 1988 come Il racconto dell’ancella e poi uscito di catalogo per anni) ha avuto per lungo tempo una vita sotterranea. Poi è venuta la serie tv di Hulu a scoperchiarne la dissacrante e attualissima distopia, creando un vero e proprio fenomeno di costume. Tanto che Atwood ne ha annunciato il seguito, The Testaments, che arriverà proprio nel settembre 2019 e sarà ambientato quindici anni dopo la scena finale che vedeva protagonista l’ancella Difred, avendo questa volta però tre voci narranti femminili.

Bret Easton Ellis
White

 

Dieci anni dopo il suo ultimo romanzo, Imperial Bedrooms, lo scrittore più incendiario della sua generazione ritorna, facendo però il suo esordio nella non-fiction. In un’opera che è a metà strada fra la riflessione autobiografica e il commento sociale, Bret Easton Ellis osserva con la sua solita vena urticante, e da uomo bianco privilegiato (da qui il titolo), la società di oggi con tutti i suoi limiti e fallimenti, come il contenimento della libertà di parola in favore di una finta cultura del consenso oppure il culto sfrenato del piacere agli altri, fondato su immaginarie pretese di moralità. L’uscita è prevista negli Usa ad aprile.

Raffaele Alberto Ventura
La guerra di tutti

 

Uscito nel 2017, Teoria della classe disagiata ha fatto qualcosa che si sperava da tempo accadesse: mettere nero su bianco le complessità, le idiosincrasie e anche i paradossi di una generazione (più o meno la nostra) intrappolata tra un passato ingombrante e un futuro che non ne vuole sapere di schiudere le sue possibilità. In aprile l’editore Minimum fax pubblica il suo secondo volume, La guerra di tutti, dove si supera il focus sul cosiddetto, e ormai mitologico, ceto medio ampliando lo sguardo a un conflitto totale e trasversale che riguarda ormai tutti.

Eleonora Caruso
Tutto chiuso tranne il cielo

 


A inizio 2018, Eleonora Caruso, con il suo Le ferite originali, ci ha consegnato un romanzo di rara perizia, al contempo asfissiante e purificante, tutto giocato sul corpo e sulla psiche martoriate di un ragazzo alla ricerca di una pacificazione unificante. Rischia di fare altrettanto con la sua nuova opera, Tutto chiuso tranne il cielo, previsto per maggio da Mondadori. Qui ci troviamo di fronte a un 19enne che, tornato in Italia dopo un anno in Giappone, smette di parlare e mangiare. Una storia che parla di affermazione tramite la negazione e di realtà tramite la sua controparte virtuale.

Jesmyn Ward
Canta, spirito, canta

 

Essere l‘unica scrittrice donna ad avere ricevuto due National Book Awards è sicuramente un bel biglietto da visita, oltre che una grande responsabilità. La prima volta è stata per Salvare le ossa, il suo secondo romanzo, di una potenza viscerale, inquieta e quasi ancestrale, sebbene fosse ambientato nei prodromi dell’uragano Katrina. Il secondo premio se l’è invece aggiudicato nel 2017 per Sing, Unburied, Sing volume che NN editore porterà in Italia a maggio 2019 (col titolo Canta, spirito, canta) e che si addentra nei legami torridi e sfilacciati di una famiglia nell’immaginaria città di Bois Sauvage, Mississipi

Marco Missiroli

Fedeltà

 

Inutile nasconderlo, il sesto libro di Marco Missiroli è forse la novità italiana più attesa da addetti ai lavori e non: dopo che il suo Atti osceni in luogo privato del 2015 ne ha attestato la statura di autore molto capace. Einaudi (dopo un cambio significativo d’editore dalla precedente Feltrinelli) pubblicherà Fedeltà, costato oltre tre anni di lavoro. Il nuovo romanzo è definito dallo stesso autore come il “libro somma, la somma dei miei libri precedenti, anzi il mio libro padre“, e affronterà appunto una coppia che va in crisi di fronte ai risvolti morali, sessuali e sociali di un concetto ormai stritolante di infedeltà.

 

Buone nuove letture!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

💎La newsletter di MentiSommerse.it porta direttamente sul tuo smartphone esclusive ed editoriali su musica, cinema, arte, letteratura e attualità.

Non solo: anteprime, news dell'ultimo minuto, suggerimenti su concorsi ed eventi culturali.

Cosa aspetti? È tutto a portata di un click!

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

MentiSommerse.it utilizzerà i tuoi dati personali per tenerti informato con regolarità sul mondo della cultura e, in alcuni casi, inviarti segnalazioni di eventi e iniziative organizzati dai nostri partner. Cliccando sul tasto "Iscriviti", accetti che MentiSommerse.it utilizzi i tuoi dati per le finalità indicate. MentiSommerse.it non cederà i tuoi dati a terze parti e utilizzerà i tuoi dati secondo le tue indicazioni. Se scegli di annullare l'iscrizione, MentiSommerse.it cancellerà il tuo indirizzo mail dal proprio database.