X Factor: Anastasio è “La fine del mondo”

Si è conclusa ieri la cavalcata verso la conquista della vittoria del talent show X-Factor, che ha visto la vittoria (meritata) del rapper/cantautore Anastasio. Il ragazzo napoletano ha battuto in finale i Bowland, Naomi e Luna, gli altri tre concorrenti che cercavano di guadagnare l’ambito contratto discografico in gioco. Ma ora è tempo di scoprire cosa è accaduto realmente in quello che, come sempre, è uno degli eventi più interessanti e attesi della stagione televisiva.

PRIMA MANCHE

I cantanti in gara duettano con il super-ospite della puntata che, quest’anno, è Marco Mengoni. Sulle note di quattro dei suoi numerosi successi, i concorrenti si susseguono con ritmo serrato accompagnati dalla popstar della musica italiana.

La prima ad esibirsi è la sedicenne Luna, che accompagna Mengoni nella splendida “Ti ho voluto bene veramente”: in un brano non esattamente vicino al proprio stile, la ragazza sarda se la cava dignitosamente, sfoggiando un timbro interessante nel potente ritornello e un’ottima dote nel controcanto (non è facile cantare contemporaneamente a Marco). VOTO: 7.5

Arriva poi il turno del predestinato Anastasio, che non tradisce se stesso e riscrive interamente le strofe di “Guerriero”, lasciando al suo cantante originale il solo ritornello: il risultato è strepitoso, le strofe rap si incastrano alla perfezione con il resto tanto da dare l’impressione che il brano sia sempre stato strutturato in questo modo. Non sa cantare, ma come scrive! VOTO: 9L'immagine può contenere: 1 persona, sul palco e spazio al chiuso

Dopo Anastasio tocca agli iraniani e ipnotici BowLand affiancare Mengoni: a loro è assegnata la danzereccia “Io ti aspetto” che, inevitabilmente, viene traslata perfettamente nelle atmosfere tipiche della band. Il gruppo continua a sorprendere e stupire in Italiano, riuscendo sempre a risultare coinvolgente nella nostra lingua. VOTO: 7+

Ultima ad esibirsi in questa manche è la talentuosa Naomi, che duetta con l’ospite sulle note di “L’essenziale”, celebre brano con cui Mengoni vinse Sanremo: intonando sia strofe che ritornello, la cantante napoletana mostra ancora una volta le sue ottime doti vocali, allineando perfettamente il suo timbro a quello della controparte. Quasi impossibile avvertire un’imprecisione. VOTO: 8

Al termine della manche sono i BowLand a dover abbandonare l’enorme palco del Mediolanum Forum di Assago. Per loro si tratta in ogni caso di un percorso indimenticabile: mai finiti in ballottaggio, sempre molto apprezzati da pubblico e giudici per l’originalità e qualità della proposta musicale. Rimarranno tra i migliori “quarti classificati” della storia del programma.

SECONDA MANCHE

Questa è ogni anno la manche più attesa: nella passata edizione fu qui che Lorenzo Licitra prese il pass per la vittoria finale, ricevendo un’ovazione dopo l’altra.  In questa fase i 3 concorrenti rimasti in gara eseguono un medley di tre dei brani più riusciti tra quelli portati in gara nel corso dell’edizione.

Apre le danze Anastasio, che per l’occasione ripropone le sue personalissime versioni di “Se piovesse il tuo nome” (di Elisa), “Generale” (De Gregori) e ”Another brick in the wall Pt2” (Pink Floyd): in un susseguirsi di rime e note d’autore, Anastasio padroneggia il palco e conquista l’ennesima ovazione dal pubblico, che inizia anche a canticchiare le nuove strofe scritte dal rapper. E’ evidente in questa esibizione l’intero percorso del giovane 21enne, che ricorda a tutti le sue immense doti di scrittura. La sua versione di “Generale” non verrà dimenticata facilmente. VOTO: 9L'immagine può contenere: 3 persone, persone che ballano e scarpe

Seconda ad esibirsi è la “piccola e tenera” (citando il suo inedito “Los Angeles”) Luna, che fa riascoltare al pubblico “God is a woman/I do” (mash-up di Ariana Grande e Cardi B), “Blue jeans” (Lana del Rey) e la movimentata “Mica van Gogh” (Caparezza). Anche in questa lunga esibizione Luna dimostra di avere le carte in regola per fare della musica il suo mestiere: padroneggia il palco come nessuno in questa edizione (ricordiamo che ha 16 anni. Simpatico il siparietto in cui saluta i suoi compagni di scuola presenti nel pubblico), alternando un ottimo rap e un timbro interessante nel pop. Le qualità per emergere ci sono. Come ha più volte ripetuto il suo giudice Manuel Agnelli “In Italia nessuno fa il suo genere”. VOTO: 8.5

Ultima ad esibirsi nella seconda manche è la concorrente di Fedez, Naomi. La cantante porta in scena tre dei brani più apprezzati dal pubblico, ovvero “Look at me now”, “Bang Bang” e “Never enough”: le tre canzoni, così diverse tra loro per stile e genere, rendono giustizia ad una concorrente tecnicamente pazzesca. Con “Bang Bang” Naomi mostra il suo lato pop, muovendosi alla grande sul palco e alternando diversi registri vocali, con “Look at me now” torna a stupire per la capacità di rappare un brano veloce come pochi (senza disdegnare acuti, cambi di tonalità e note liriche) e infine con “Never enough” mostra nuovamente il suo lato più “fiabesco” e sognante, nonché le indiscutibili doti vocali (raggiunge note incredibili). Se si potesse vincere per questo, lei avrebbe la strada spianata. Ha bisogno di trovare una identità artistica definita, dopodiché ha il potenziale per cantare qualsiasi cosa. VOTO: 10 (impossibile darle meno).

Tra i tre concorrenti è, prevedibilmente, Luna a dover abbandonare la gara ad un passo dall’ultimo gradino: per lei un percorso di altissimo livello, senza passi falsi e ricco di sfumature. Ha cantato e rappato in inglese e italiano, dimostrando di essere duttile e attuale. Anche qui, c’è grande potenziale per una ridente carriera.

TERZA MANCHEL'immagine può contenere: una o più persone

L’ultima sfida, che vede contrapposti i due ragazzi napoletani Anastasio e Naomi, è un classico del programma: si chiude infatti l’edizione con gli inediti. Il primo a esibirsi è Anastasio sulle note della potentissima “La fine del mondo” (già certificata disco d’oro per le oltre 25.000 copie vendute) e poi è il turno di Naomi e della sua “Like the rain (Unpredictable)”: questo brano, decisamente al di sotto del potenziale della sua interprete, riesce infatti solo ad esaltarne la vocalità, senza però aggiungere altro. In ogni caso entrambi i cantanti riescono ad infiammare il Forum per un’ultima volta. VOTO: 9 ad Anastasio, 8.5 a Naomi (per lei, 4 per il brano).

Dopo una lunga serata, che ha visto ospiti, oltre Marco Mengoni, anche Tom Walker, i Muse (grandiosi), i Thegiornalisti e Ghali, il padrone di casa Alessandro Cattelan chiude l’ultimo televoto e annuncia a gran voce il nome del vincitore: è Anastasio a conquistare l’ambita vittoria. Il ragazzo, assorto in un mix tra felicità e incredulità abbraccia così chiunque gli si avvicini, canticchiando qua e là il suo brano mentre in sottofondo scorre la base musicale. Anche Naomi, sconfitta al fotofinish (ma sicuramente non così delusa per il proprio incredibile percorso), appare allegra per il trionfo dell’amico.

Si chiude così un’edizione unica, che riporta il talent su altissimi livelli: non si assisteva ad una finale simile da anni. Potenzialmente, tutti i concorrenti della finale (ma anche qualcuno che l’ha mancata per un soffio, vedi Martina Attili) hanno le capacità per potersi ritagliare uno spazio nella discografia italiana. Dopo anni di sorprese, quest’edizione premia finalmente l’artista più gradito al pubblico, un giovane ragazzo che ha dalla propria parte il raro dono della scrittura: anche qui c’è la novità di questa edizione, che mette da parte “il vocione” favorendo un aspetto del contesto musicale sicuramente non secondario. Di belle voci ce ne sono tante, ma di “penne ispirate”? In quest’ottica, la vittoria di Anastasio rappresenta uno stimolo per le nuove generazioni a cercare di realizzare qualcosa di profondo e, soprattutto, a pensare.Risultati immagini per anastasio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

💎La newsletter di MentiSommerse.it porta direttamente sul tuo smartphone esclusive ed editoriali su musica, cinema, arte, letteratura e attualità.

Non solo: anteprime, news dell'ultimo minuto, suggerimenti su concorsi ed eventi culturali.

Cosa aspetti? È tutto a portata di un click!

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

MentiSommerse.it utilizzerà i tuoi dati personali per tenerti informato con regolarità sul mondo della cultura e, in alcuni casi, inviarti segnalazioni di eventi e iniziative organizzati dai nostri partner. Cliccando sul tasto "Iscriviti", accetti che MentiSommerse.it utilizzi i tuoi dati per le finalità indicate. MentiSommerse.it non cederà i tuoi dati a terze parti e utilizzerà i tuoi dati secondo le tue indicazioni. Se scegli di annullare l'iscrizione, MentiSommerse.it cancellerà il tuo indirizzo mail dal proprio database.