L’immortalità di Sherlock Holmes

 

Sherlock nell’immaginario collettivo

Cappello da caccia, pipa, suona il violino ed è dipendente da alcol e droghe. Nei libri Sherlock non viene presentato con nessuna di queste caratteristiche, nell’immaginario collettivo sono gli aggettivi che rappresentano il detective britannico. Uno dei personaggi della letteratura inglese meglio riusciti, Sherlock Holmes, simbolo del giallo e del mistero, oggi è un vero e proprio colosso che ha ispirato scrittori, personaggi, registi, generi letterari, film e fumetti da oltre un secolo. La prima comparsa infatti risale al 1887 nel celebre “Uno studio in rosso” creato da Sir Arthur Conan Doyle. Il personaggio sembra esser perfetto per vestire tutte le epoche, una presenza costante di cui non ci si sbarazza  facilmente.

 

La contemporaneità di Sherlock

La sua leggenda ha stravolto il grande e piccolo schermo, divenendo il personaggio letterario protagonista del maggior numero di film. Nel 2009 nasce la trilogia di Guy Ritchie “Sherlock Holmes” e “Sherlock Holmes – Gioco di ombre” (2011), siamo in attesa del terzo film che uscirà nel 2020. Interpretato dall’attraente Robert Downey Jr. nel ruolo dell’investigatore e dall’affascinante Jude Law nella parte del dottor Watson. Il film è la ricostruzione del personaggio  rivisitato in chiave moderna bohémienne, con effetti speciali all’avanguardia; tenendo sempre conto delle caratteristiche tradizionali del personaggio che lo rendono incomparabile: capacità di deduzione, l’intuizione, l’ironia, l’uso di droghe e il violino. L’ottimo utilizzo degli “slow motion” per anticipare e mostrare ragionamenti del detective sono un ottimo espediente per dimostrare la capacità di prevedere le mosse del nemico e ci fa capire quanto il personaggio si possa adattare alla tecnologia odierna.

“Lei ha il grande dono del silenzio, Watson, e questo la rende un compagno inestimabile.”

Le serie tv sono sempre più in competizione e il personaggio sembra rivelarsi un vero successo, così nel 2010 nasce “Sherlock”, serie composta da quattro stagioni da tre episodi l’una e  creata da Steven Moffar e Mark Gatiss (famosi per adattamenti televisivi e per la serie Doctor Who), interpretata da Benedict Cumberbatch (Sherlock Holmes) e Martin Freeman (John Watson). Ambientata nella Londra dei giorni nostri diviene una serie rivelazione in quanto Sherlock usa la tecnologia moderna per risolvere i crimini: SMS, internet e il sistema GPS. In linea con il personaggio che usava qualunque risorsa a lui disponibile pur di risolvere il mistero – anche questa una lettura in chiave moderna. In tutti e due i casi si cerca di essere fedeli al romanzo creato da Conan Doyle, come l’indirizzo 221B di Beker Street, o la sua nemesi Moriarty. Come nei romanzi inoltre il dottor Watson è reduce della guerra in Afghanistan (il personaggio originale aveva partecipato alla seconda guerra anglo-afghana).

Sherlock: “Come mi descriveresti John?? Pieno di risorse? Dinamico? Enigmatico?” Watson: “Ritardatario”

Elementary…Watson!

Elementary è un’altra serie televisiva incentrata sul celebre investigatore, realizzata sempre in chiave moderna ma in questo caso stravolgendo un po’ la trama. Le indagini sono ambientate a New York, Johnny Lee Miller ( Danny Boyle in Trainspotting, personaggio che lo porterà alla fama internazionale) veste i panni di Sherlock e udite udite il dottor Watson o meglio, la dottoressa Joan Watson è interpretata dalla bellissima e affascinante Lucy Liu. La serie sembra aver riscosso molto successo, nonostante, in questo caso gran parte della trama viene stravolta. Mandata in onda in Italia  nel gennaio 2013 su Rai2 , ad oggi sono sei le stagioni ancora in corso. 

“Le opinioni sono come gli ani, Watson, tutti ne hanno uno.”

Insomma Sherlock Holmes è  il detective senza tempo, senza età, pronto a svelare misteri e incastrare criminali. Oggi perde gli aspetti più vittoriani ma  diventa più avventuroso, coinvolgendo così vecchie e nuove generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *