Buon compleanno Topolino! Festeggiamo i suoi 90 anni tra mostre e curiosità

“Mi affezionai particolarmente a un topo domestico marrone. Era un piccoletto timido. Toccandolo sul naso con la matita, lo addestrai a correre all’interno di un cerchio nero che avevo tracciato sul mio tavolo. Quando me ne andai da Kansas City per tentare la fortuna a Hollywood, mi dispiacque lasciarlo. Così lo portai in un cortile, facendo attenzione che fosse un bel quartiere, e il piccoletto domato corse verso la libertà”.

 

 

 

Era il 1928 e a parlare era quel ragazzo di talento, che di nome faceva Walter Elias Disney, Walt Disney per tutti. Quel ragazzo, riportò sul foglio l’amico topo a cui dette un nome simpatico: Mickey Mouse (Topolino). E per fortuna! Tutto cominciò con quel topino curioso che faceva capolino ogni giorno nell’ufficio del giovane disegnatore geniale. Era la fine degli anni Venti, qualche istante prima della crisi che avrebbe gettato l’America nella grande depressione. Nasce tutto da lì e Topolino diventa presto amico, compagno, simbolo di allegria e gioia in tutto il mondo.

LA STORIA DI TOPOLINO

La sua prima apparizione avvenne proprio il 18 novembre 1928 presso il Colony Theater di New York nel corto Steamboat Willie. Era un periodaccio per Walt Disney: gli avevano soffiato sia il personaggio del suo primo fumetto (Oswald il coniglio fortunato) sia lo staff dello studio di Hollywood. Ecco che allora il giovane regista Walt Disney volle creare un nuovo personaggio: Mortimer Mouse.
La moglie gli fece notare che il nome era piuttosto macabro e che non andava bene per un personaggio per bambini e quindi nacque Mickey Mouse. Walt si butto anima e corpo nel nuovo progetto insieme a Ub Iwerks, l’unico amico e collaborato rimastogli. lavorando in segreto di notte in garage, Iwerks riuscì a realizzare L’aereo impazzito, dove comparivano sia Topolino che Minnie: questo avvenne il 15 maggio 1928, ma fu una proiezione privata.
Intanto nel cinema arriva il sonoro e Disney decide di creare un film con il sonoro sincronizzato, Steambot Willie, ispirandosi a una comica di Buster Keaton (la voce di Topolino era dello stesso Walt Disney che infuse nel personaggio molto del suo carattere). Nessun distributore volle occuparsene e a Walt Disney non rimase che una strada: proiettarlo al Colony Theater di New York per cercare l’approvazione del pubblico. Fu un successo clamoroso: pubblico e critica per una volta furono d’accordo nello stabilire che Disney aveva creato qualcosa di nuovo e unico.
Da lì, una crescita senza fine.

TOPOLINO NEL MONDO

Il successo di Mickey Mouse, dovuto alla simpatia del personaggio e all’idea di Disney di umanizzare gli animali, varcò presto l’oceano. I fumetti di Topolino esordirono in Italia il 30 marzo 1930 sul n.13 del settimanale torinese “Illustrazione del Popolo” dove fu pubblicata la prima striscia disegnata da Ub Iwerks e intitolata “Le avventure di Topolino nella giungla”. Dopo altre pubblicazioni, il 31 dicembre 1932 uscì il primo numero del settimanale a fumetti dedicato al personaggio e intitolato Topolino, edito dalla casa Editrice Nerbini. Nel 1935, poi, l’acquisizione della testata da parte di Mondadori che la pubblica ancora oggi.

Dal 10 novembre apre a Desenzano del Garda LA MOSTRA che celebra il compleanno della più famosa creazione di Walt Disney.

Siamo andati a Desenzano del Garda, per curiosare e raccontarvi della mostra che celebra il compleanno del nostro amato topolino, ed è stata un’esperienza unica.
“Questa esposizione intende immergere i visitatori nei momenti più significativi dell’Arte del Mickey Mouse originale, un’opera collettiva nata dal genio creativo di Disney e del suo socio, l’animatore Ub Iwerks, e resa immortale dalla creatività di grandi artisti, molti dei quali italiani e tutt’ora in attività”.
Così ci racconta Federico Fiecconi, esperto e storico Disney, che ha curato e gestito la mostra.
Nella mostra, Il visitatore potrà scoprire i numerosi aneddoti che costellano una carriera tanto prestigiosa, ammirando pezzi mai raccolti prima in un’unica mostra e spesso rarissimi: preziosi artwork di Topolino creati dai suoi disegnatori più famosi(da Floyd Gottfredson a Paul Murry, e poi Luciano Bottaro, Giovan Battista Carpi, Romano Scarpa, Marco Rota, Massimo De Vita, Marc Henn, Régis Loisel, Tebo, Silvio Camboni) senza dimenticare lo stesso Walter Elias Disney, di cui la mostra rivela al mondo in esclusiva assoluta un eccezionale, rarissimo disegno autografo del celebre Topo; sono decine poi le tavole a fumetti e le illustrazioni originali dei capiscuola americani e dei loro colleghi europei; splendidi i disegni di animazione dai più memorabili ruoli cinematografici, tra cui addirittura un disegno originale di Iwerks tratto dal film d’esordio “Steamboat Willie” e uno dell’indimenticabile episodio L’Apprendista Stregone da “Fantasia” (1940), accompagnato da dal programma di sala dell’epoca autografato dallo stesso Walt Disney.
Di grande fascino anche oggetti da collezione, i giocattoli d’epoca, figurine in bronzo e ceramica, spille, albi, volumi, francobolli e giocattoli ed edizioni rare. Tra queste vanno citati autentici cimeli come il n. 1 del rarissimo Giornale di Topolino edito da Nerbini nel 1932, prima testata al mondo dedicata al personaggio, le prime pubblicazioni Mondadori (1935, ancora in formato giornale), oltre a rari orologi da tasca e da polso degli Anni ’30.

Ampio spazio viene dedicato agli autori Disney italiani, capitanati da quello che è considerato il più grande artista Disney in attività, il Maestro veneziano Giorgio Cavazzano, di cui la mostra porta a scoprire il tavolo da disegno con i bozzetti originali serviti a creare la serie dei francobolli di Poste Italiane emessi in occasione dell’anniversario.
E ancora, I laboratori, promossi da Kinder all’interno del suo corner dedicato, insegnano ai “piccoli visitatori” della mostra come realizzare un fumetto e come disegnare Topolino grazie alla supervisione degli esperti disegnatori Disney. “Perché è dalle cose più buone che nascono le cose più belle.”

Da Desenzano a Roma

Anche a Roma, dal 6 Novembre, è stato allestito un interessante percorso narrativo che, attraverso ingrandimenti, foto, manifesti e immagini dei pezzi più prestigiosi esposti a Desenzano Del Garda, mostrerà al pubblico l’evoluzione sul grande schermo di Topolino dal suo debutto ad oggi e alcuni momenti fondamentali del suo rapporto con il grande cinema. Insomma, tante cose davvero imperdibili!

TOPOLINO NELLA MODA: 90 BRAND PER I SUOI 90 ANNI

  

I Festeggiamenti sembrano non arrestarsi e coinvolgere anche il campo della moda, di cui Topolino è diventato icona da molto tempo. I suoi 90 anni hanno dato vita a tantissime collezioni speciali, in edizione limitata o meno, per la gioia di tutti i fan, grandi e piccini. Sono oltre 90 i brand che hanno deciso di rendere omaggio a Mickey Mouse.
Dall’alta moda al ready to wear, dal giocattolo all’arredamento, in tantissimi hanno proposto capsule collection dedicate all’icona pop che ha affascinato artisti come Andy Warhol, Keith Haring, Damien Hirst. E che oggi continua ad affascinare stilisti come Arthur Arbesser con il suo omonimo brand, Maria Sole Cecchi di Les Petits Joueurs, Vivetta Ponti di Vivetta e Mirko Fontana con Diego Marquez di Au jour le jour: quattro nomi che hanno partecipato al progetto speciale realizzato in collaborazione con Vogue Talents realizzando una capsule collection dedicata a Mickey disponibile in esclusiva negli store OVS. Ecco alcuni dei 90 brand che hanno partecipato ai festeggiamenti Arnetta, ASICS, Bosa, Briko, Caleffi, Calzedonia, Cangurino, Cisalfa Sport, Clarks Originals, Clementoni, Coriex, Dalla Costa, De Fonseca, Denver Bike, Desigual, Egan, Eurasia, Ferrero (Forni Kinder), Funko, Galbani, GCDS, Giunti Editore, Havaianas, , Iceberg, IMC Toys, Lacoste, Levi’s®, Intimissimi, Italia Independent, Kappa, Kellogg’s , Le Creuset, L, Liu JoMaelie, Mango, Marcelo Burlon, Marcelo Burlon Kids Of Milan, MC2 Saint Barth, Melissa, MOA Master of Arts, Monnalisa, O bag, Opening Ceremony, OralB, Original Marines, OVS, Pandora, Panini, Patarò, Patrizia Pepe, Pengo, Piazza Italia, Pizzoli, Prénatal, Primark, PTS, Quore, Ravensburger, Sabor, Samsonite.

Non rimane molto da aggiungere. Buon compleanno Topolino, compagno di una vita. Di storie, personaggi, tanti bellissimi ricordi e la felicità di ritrovarlo ancora, come sempre, per tantissimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *