X-Factor: le pagelle del 2° live show

Eccoci puntuali con le pagelle del secondo live di X-Factor 12, fortunato talent show targato Sky .

Come tipico delle fasi iniziali dello show, i concorrenti sono divisi in due manche (6 nella prima, 5 nella seconda), e i due meno votati di ciascuna si sfidano all’ultima nota determinando l’eliminato di serata. Il tema della serata è “NOW” e “costringe” i concorrenti a presentare brani rilasciati nell’ultimo anno. Ma ora passiamo alle nostre valutazioni.

PRIMA MANCHE

Risultati immagini per luna melis god is a woman

Luna Melis: “God is a woman/I do” (Ariana Grande/Cardi B)

La giovanissima cantante sarda porta un mash-up che rappresenta perfettamente il grosso della musica dell’ultimo anno: sul palco, nonostante i 16 anni, Luna dimostra una grinta da diva, convincendo nel ritornello pop e sorprendendo nelle crude e dure strofe rap. Un applauso va fatto anche allo scenografo. Talento da vendere. VOTO: 8

Leo Gassmann: “Next to me” (Imagine Dragons)

Il ragazzo che sembra uscito da Sanremo ‘70 presenta un grande successo degli Imagine Dragons, forte di un timbro affine (ma comunque lontano) a quello del frontman della band. Per il resto, oltre ad un inglese maccheronico, emergono tutti i limiti di Leo, datato nel modo di cantare e, al contempo, difettivo nella capacità di emozionare davvero. Bel timbro, ottima intonazione, ma poco altro. Sul palco è ancora goffamente fuori luogo. VOTO: 6-

Seveso Casino Palace: “Amore e capoeira” (Takagi & Ketra ft Giusy Ferreri)

Il coach Lodo Guenzi impazzisce e assegna alla band rock il tormentone per eccellenza dell’ultima estate, un’assegnazione senza dubbio “audace” e coraggiosa. I Seveso, prendendo alla lettera il proprio nome, combinano un bel…casino. Il risultato è grottesco, tutto urlato e a tratti parodistico. Testo e musica lontanissime e intonazione tutt’altro che precisa contribuiscono definitivamente all’effetto stordente. Resta solo quello. VOTO: 4,5

Naomi Rivieccio: “Never enough” (Loren Allred)

Fedez assegna alla cantante napoletana un bellissimo brano tratto dalla colonna sonora del film “The Greatest Showman”, canzone adatta a far emergere nuovamente le grandi doti vocali della ragazza. L’obiettivo è pienamente centrato: Naomi inanella una nota dopo l’altra, un acuto dopo l’altro, con eleganza e senza bisogno di effetti speciali. Se riuscisse a emozionare un pizzico in più, raggiungere la finale sarebbe una semplice formalità. VOTO: 8,5

Red Bricks Foundation: “Thoiry” (Achille Lauro)

Dopo averla scampata nel primo live show dopo la pessima esibizione sulle note di “New rules”, Lodo assegna ai Mattoni rossi un brano del rapper/trapper Achille Lauro, mettendoli nuovamente in difficoltà. Nonostante ciò, questo brano appare, paradossalmente, più adatto alla band romana del previsto, diventando un credibile pezzo punk. Certo, non possono piacere a tutti. VOTO: 6,5

Risultati immagini per martina attili sober youtube

Martina Attili: “Sober” (Demi Lovato)

La giovane cantautrice, seduta al pianoforte, porta sul palco uno dei brani più emozionanti della popstar Demi Lovato, riuscendo nell’intento di interpretare al meglio un testo sicuramente non semplice e molto personale. Nonostante la giovane età, Martina dimostra nuovamente di avere grandi capacità emozionali e, inoltre, una voce davvero interessante. Stramba, ma bravissima. VOTO: 8,5

Al termine della manche sono, non senza polemiche (il pubblico in studio fischia), i Red Brick, di nuovo, i meno votati. Tocca a loro attendere il nome del secondo meno votato.

 

SECONDA MANCHE

Emanuele Bertelli: “Zingarello” (Ghali)

Il più giovane in gara si allontana dalle consuete sfumature da crooner e interpreta, a modo suo, un brano trap di Ghali. Sebbene sia evidente la vicinanza “affettiva” tra Emanuele e il brano, il risultato dell’esibizione è curioso: se nel ritornello il vocione del sedicenne migliora quasi il brano originale, nelle strofe balzano all’orecchio le difficoltà ritmiche nel seguire, con quella voce, un testo rapido e ricco di parole tronche. Va bene la sperimentazione, ma forse è meglio tornare nella propria comfort zone. VOTO: 6

Risultati immagini per bowland no roots youtube

BowLand: “No roots” (Alice Merton)

L’ipnotico gruppo iraniano si allontana non poco dalle proprie tipiche sonorità per interpretare la ritmata “No roots”. Nonostante l’assegnazione curiosa, il gruppo sorprende mescolando le proprie atmosfere a sound più “mainstream”, portando a casa un’esibizione davvero originale e personale. Evitato l’effetto “noia”, i BowLand convincono anche i più scettici. VOTO: 7,5

Renza Castelli: “Thunderclouds” (LSD)

Accantonata per un momento la chitarra, la bellissima cantante capitanata da Fedez affronta uno dei brani di maggior successo dell’ultimo periodo, nato dall’interessante e futuristico progetto di Labrinth, Sia e Diplo (L.S.D, appunto). Renza inserisce il proprio timbro in una canzone che, originariamente, è già molto caratterizzata da quel punto di vista (le voci di Sia e Labrinth sono uniche, potenti e riconoscibili). Al termine dell’esibizione si ha l’impressione di un compitino portato a casa. Ma l’anima dov’è? Renza appare un po’ fuori contesto nel talent. Brava ma non originale. VOTO: 6+

Risultati immagini per sherol dos santos x factor 2018 youtube

 

Sherol Dos Santos: “Rank & File” (Moses Sumney)

Dopo un’esibizione sulle note di “Can’t feel my face” gradevole ma lontana dalla propria indole, Sherol viene premiata con un fantastico ma complicato brano. Manuel Agnelli, suo coach, conosce le doti della ragazza romana e non sbaglia: la performance è strabiliante, emozionante e coinvolgente come poche. La voce di Sherol riecheggia potente e piena, scaldando i cuori del pubblico. Oggettivamente, non le si può muovere alcuna critica. Una delle migliori voci della storia del talent italiano. VOTO: 9

 

Anastasio: “Se piovesse il tuo nome” (Elisa)Risultati immagini per anastasio se piovesse il tuo nome youtube

Ancora una volta, inevitabilmente, Anastasio “sfrutta” l’assegnazione come spunto per inserire propri versi in un contesto insolito. Sulle note della bellissima canzone cantata da Elisa e scritta da Calcutta, il rapper/cantautore mostra ancora una volta il suo prezioso talento nella scrittura, regalando al pubblico un brano più “sentimentale” del suo solito. Testo bellissimo, barre che si incastrano come se fossero scritte da sempre, effetto “parlato” coinvolgente ed emozionante. Anastasio è lontano dal cliché del talent show, ma il talent show ha bisogno di lui. E anche noi. VOTO: 9

Al termine delle 5 esibizioni, Emanuele risulta il meno votato e tocca dunque a lui sfidare i Red Bricks Foundation. Dopo aver eseguito i rispettivi cavalli di battaglia, i giudici non riescono a trovare un’unanimità e dunque lasciano al pubblico a casa l’ardua scelta. Dopo 200 interminabili secondi, i Red Bricks devono arrendersi al volere dei televotanti e lasciano per sempre la competizione.

A venerdì prossimo per le pagelle del terzo live show, che andrà in onda, come sempre, Giovedì alle 21.15 su Sky Uno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *