“Home Visit” di X-Factor: ecco i 12 talenti definitivi

E’ andata ieri in onda l’ultima puntata di X-Factor che precede i tanto attesi Live Show, nei quali i 12 concorrenti selezionati potranno esibirsi sull’ambito palco del talent. In quest’ultima fase, definita “Home Visit”, i 20 concorrenti (5 per categoria) raggiungono una località italiana o estera dove possono cantare a tu per tu con il proprio giudice di riferimento, accompagnato da un altro artista che possa dare un parere da “esterno”. Tra scelte giuste e a volte quasi “scontate”, senza però tralasciare qualche dolorosa e inattesa sorpresa, scopriamo chi sono i 12 talenti che vedremo da giovedì prossimo in diretta su Sky Uno.

OVER- Fedez

Risultati immagini per home visit x factor 2018

Il rapper milanese, accompagnato per l’occasione dai famosi produttori musicali Takagi&Ketra, accoglie i suoi cinque talenti in una residenza toscana e assegna loro brani che possano sciogliere gli ultimi dubbi sui cantanti da portare con sé.

La prima a esibirsi è Jennifer con “Chained to the rhythm” di Katy Perry:  la cantante americana mostra ancora una volta la sua grande esperienza artistica, dimostrando indubbie doti vocali e padronanza del brano. Ciò che le manca è sempre un pizzico di coinvolgimento, che, soprattutto in una brano molto pop come quello assegnatole da Fedez, stenta ad emergere.

Segue poi l’esibizione di Naomi: la soprano campana votata al pop canta “Valerie” di Amy Winehouse e dimostra di poter reggere alla grande il paragone con l’artista originale, riuscendo nell’arduo compito di non emularla. La voce è misurata ma allo stesso tempo potente e tecnicamente perfetta. Secondo Takagi&Ketra è addirittura troppo perfetta (come se fosse un difetto). Talento puro.

La terza ad esibirsi è la “chitarra-munita” Renza: la cantante presenta al ristretto pubblico una personale versione di “Vita” del duo Morandi-Dalla. La performance è, come le sue precedenti, delicata ma allo stesso tempo poco incisiva. La voce è pulita, ma poco personale. Buona però l’interpretazione.

Quarto concorrente a raggiungere Fedez è Matteo: il cantautore dai capelli mossi intona l’indimenticabile “Creep” dei Radiohead, mostrando di possedere una grande estensione vocale, sebbene spesso rischi di sfociare nell’urlo. Nonostante ciò, la performance è di buon livello e il cantante regge un brano molto noto.

Risultati immagini per gaston x factor

L’ultimo cantante di Fedez è il sudamericano Gaston: a lui il brano affidato è “Under the bridge” dei Red Hot Chili Peppers. Già durante l’esibizione, calante e quasi “svogliata” è evidente che qualcosa non va e, in effetti, al suo termine, il cantante confessa al proprio giudice di essersi reso conto di non appartenere ad una realtà particolare come quella del talent show. Detto ciò, si ritira dunque dalla competizione. Il gesto, comprensibile per un artista di strada, è però poco rispettoso nei confronti di altri artisti che volentieri avrebbero voluto raggiungere gli Home Visit e, di fatto, toglie una chance a Fedez. Davvero inaccettabile.

Alla fine delle 5 esibizioni Fedez comunica le sue scelte: ad accedere ai live show sono Naomi, Matteo e, a sorpresa, Renza, preferita alla più incisiva Jennifer. Le scelte sono alquanto curiose e difficilmente premieranno Fedez.

UNDER UOMINI- Mara Maionchi

Risultati immagini per home visit x factor 2018

Accompagnata dal trapper Achille Lauro (scelta curiosa), la simpaticissima Mara accoglie in Francia i suoi giovani talenti.

Il primo a esibirsi è Pierfrancesco: il cantante porta “River”, recente brano di Eminem e Ed Sheeran. La scelta del giudice, forse troppo audace, non mette infatti in risalto le qualità del ragazzo, che arranca sia sulle strofe rap che sul ritornello. Così, complice il brano, emergono alcune lacune tipiche di un ragazzo così giovane.

La seconda performance è quella del rapper-cantautore campano Anastasio, al quale Mara ha curiosamente chiesto di presentare un inedito: il giovane talento sceglie “Ho perso le chiavi”, brano che dimostra ancora una volta la magistrale capacità di scrittura del ragazzo. Penna magica e presenza scenica adeguata rendono Anastasio uno dei talenti più interessanti delle fasi iniziali del talent.

Terzo giovane a cantare per Mara è Leo Gassmann: il giovane figlio d’arte stupisce ancora una volta, facendo dimenticare le “note” origini, grazie ad un’ottima performance sulle note di “New shoes” di Paolo Nutini che, sebbene inferiore alle precedenti, mette in luce le doti del cantautore.

Penultimo under in gara è l’autodidatta Leonardo: il timido ragazzo è alle prese con la splendida “La notte” di Arisa, brano assegnatogli forse frettolosamente da Mara. La canzone, complicata vocalmente e a livello interpretativo, non fa emergere il bel timbro di Leonardo, che viene così divorato dal pezzo. Peccato.

Ultimo ad esibirsi, non a caso con una cover di Ultimo, è il sedicenne Emanuele: il giovanissimo ragazzo, sebbene con un brano (“Sogni appesi”) non propriamente nelle proprie corde, riesce a mettere in luce doti vocali strepitose e un timbro unico nel panorama musicale italiano. 16 anni e non sentirli.

Mara, al termine delle esibizioni, seleziona i tre talenti che reputa più pronti: Anastasio, Leo Gassmann e Emanuele sono i prescelti, senza sorprese.

UNDER DONNA- Manuel Agnelli

Risultati immagini per home visit x factor 2018 under donna

In uno studio belga, Manuel Agnelli accoglie le giovani ma talentuose artiste del suo team, accompagnato da Ghemon.

Prima a rompere il ghiaccio è la giovanissima Luna Melis, alla quale viene assegnato “Monster” di Kanye West: anche nelle vesti di rapper pura, la riccia Luna mostra una sicurezza invidiabile e una padronanza scenica e vocale incredibili. Artisticamente duttile, può far divertire Manuele e il pubblico.

Seconda ad esibirsi è Ilaria: approdata agli Home Visit sul filo del rasoio, la giovane cantante intona la hit “La musica non c’è” di Coez, sconvolgendo il proprio giudice. L’esibizione è infatti sicuramente sopra le aspettative, mostrando ottime doti interpretative della cantante.

Nel bel mezzo dei provini tocca a Sherol, alle prese con la meravigliosa “Rise up” di Andra Day: la cantante non si lascia intimorire da un brano tanto complicato quanto intenso e sfodera una performance da lasciare a bocca aperta. La voce è eterea, tanto impeccabile ma allo stesso tempo intensa da sembrare incisa sul disco. Il suo giudice, visibilmente scosso, stravolge le regole del programma, e le assegna direttamente un posto ai Live show. Meritatamente.

Dopo una tale prova tocca alla dolce Martina: la giovanissima cantautrice canta l’intramontabile “It’s so quiet” di Bjork, brano particolare che mette in luce le variegate qualità della sua interprete. Le doti vocali non sono sicuramente eccelse, ma la cantante ha le carte in regola per sfondare.

Ultima ad esibirsi è Camilla, la ragazza dai capelli bianco-neri: con “Make you feel my love” (versione di Adele) la giovane cantante si mostra per la prima volta in inglese e, nonostante una ottima performance, non lascia il segno come in italiano.

Dopo l’accesso diretto di Sherol, sono solamente due i posti da assegnare: Manuel decide di premiare la “follia” di Martina e la poliedricità di Luna Melis, sacrificando le pur bravissime Ilaria e Camilla. La categoria era di livello altissimo, difficile scegliere meglio.

GRUPPI VOCALI- Asia Argento

Risultati immagini per home visit x factor 2018 gruppi

Nella splendida cornice della Norvegia, Asia Argento accompagnata da Alioscia, sceglie i 3 gruppi da affidare (senza saperlo in anticipo) a Lodo Guenzi, nuovo giudice della categoria.

Primi a cantare e suonare sono i Moka Stone: l’eclettico gruppo si esibisce con “Fight da faida” di Frankie Hi-Nrg e porta a casa una buona performance su un brano sicuramente non per tutti. Anche Asia, amante del genere, è contenta.

Secondo gruppo in gara sono i soprannaturali Bowland: l’originale band iraniana canta “Jealous guy” di John Lennon, mostrando ancora una volta di essere sopra la gara. Particolari e personali, i tre artisti rendono proprio ogni brano, sebbene l’effetto “noia” sia dietro l’angolo. Come sottolineato da Asia, hanno bisogno di una leggera svolta “pop” per rendersi più “televisivi”.

I terzi a esibirsi sono i Red Bricks Foundation, che cantano “Sono un ragazzo di strada” dei Corvi: con un fastidioso e falso accento “british”, la band suona bene ma urla il brano, mettendo in scena una performance curiosa. Ad Asia piacciono, ma probabilmente è una delle poche fan.

Penultima band sono gli Inquietude con “Revenge” del compianto Xxxtentacion: l’originale gruppo porta a casa una buonissima esibizione, mostrando di essere pronto ad un’esperienza televisiva e artistica.

Ultimo gruppo ad esibirsi sono i “poco timidi” Seveso Casino Palace, alle prese con la iconica “Bad Romance” di Lady Gaga: la versione che ne esce fuori è ovviamente rock, sebbene non scatti una sensazione di unicità che era lecito attendersi. La frontwoman quasi scompare tra i suoi compagni e la performance risulta stranamente debole.

E’ ora di scelte per Asia: l’attrice, guidata probabilmente unicamente dal gusto personale, porta ai live i Bowland, i Seveso Casino Palace e, a sorpresa, i Red Bricks Foundation. La scelta è rischiosa, e la categoria rischia di perdere presto almeno un concorrente.

Ora non resta che attendere giovedì per scoprire le prime assegnazioni ufficiali di un’edizione di X Factor che si prospetta essere tra le più interessanti e combattute degli ultimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *