MentiSommerse.it

L'arte ci rende immortali

I segreti di Stars Hollow

In questi giorni è finita l’estate, l’unico periodo dell’anno in cui siamo fuori dal pericolo spoiler, quando le programmazioni si interrompono in attesa di nuove produzioni autunnali. Per questo motivo, considero l’estate la stagione migliore per recuperare episodi mancati, spuntare qualche titolo dalla lista “serie tv da vedere” o per lasciarsi travolgere dalle lunghe maratone televisive, instancabilmente in onda su qualsiasi canale. Chi come me è solito andare in vacanza dimenticando la vita reale (compresi internet, Sky e Netflix), mi capirà quando dico che l’ultima ipotesi è anche la più semplice da realizzarsi: è molto difficile, se non impossibile, resistere ad una maratona tv. Nel mio caso, sento di non avere alcuna forza di volontà o potere decisionale di fronte alle repliche di Gilmore Girls, alias Una mamma per amica. La storia, ritornata in auge dopo il revival targato Netflix, è quella di una giovane mamma che prova a crescere da sola e non senza difficoltà, una brillante ragazzina avuta a soli sedici anni. Andata in onda per sette lunghe stagioni, Gilmore Girls è diventato un cult soprattutto per le generazioni nate negli anni ’90, le stesse ad aver visto con almeno dieci anni di ritardo I segreti di Twin Peaks.

Cosa c’entra Twin Peaks?

Quest’estate la mia maratona non è stata la stessa: quando credevo che le ragazze Gilmore non avessero più segreti per me, sono stata costretta a ricredermi. Solo dopo aver visto Twin Peaks mi sono accorta dei continui riferimenti Lynchiani nella serie. Il momento esatto in cui ho avuto “l’illuminazione” proiettavano a Stars Hollow il primo lungometraggio di Kirk (A film by Kirk, appunto). Se un tempo avrei soltanto riso per il nonsense delle immagini, adesso ne ho compreso il vero significato (per quanto possibile). A film by Kirk altro non è che la parodia (o un grande omaggio al regista) di Eraserhead, film d’esordio di David Lynch e ormai un classico del cinema americano d’avanguardia. Eraserhead (“La mente che cancella”) è una fiaba orrida che racconta la storia di una coppia progenitrice di una sorta di feto alieno. È da qui che ha avuto inizio l’intera produzione Lynchiana. Se qualcuno fosse in cerca di una conferma gli basterà guardare su Netflix il revival della serie: Kirk, più stravagante che mai, presenterà il suo secondo film (A second film by Kirk), vestito esattamente come il protagonista di Eraserhead, parrucca compresa.

 

 

Benvenuti a Twin Hollow

Dopo la prima rivelazione, ogni cosa mi è parsa nuova e chiara: Lorelai Gilmore è ossessionata dal caffè esattamente come l’agente speciale Dale Cooper in Twin Peaks.

 

This is, excuseme, a damn fine cup of coffee.

 

Stars Hollow è una piccola e insolita cittadina del Connecticut, proprio come Twin Peaks nello Stato di Washington. Se questi piccoli riferimenti sono sembrati già abbastanza per i fan delle due serie televisive, resterete ancora più colpiti nel sapere che in Gilmore Girls sono presenti due importanti attrici di Twin Peaks, che molto probabilmente non avete notato.

Shelly Johnson, cameriera del Diner e moglie del violento Leo Johnson in Twin Peaks, veste i panni di Sherry Tinsdale in Gilmore Girls. Sherry – notate l’assonanza? – è l’odiata compagna di Christopher, padre di Rory, che impedirà il ricongiungimento tra i due a causa di un’ improvvisa gravidanza.

Audrey Horne, figlia del ricco albergatore Benjamin Horne, recita in Gilmore Girls le parti di ben due personaggi: prima di Sasha, compagna del padre di Jess Mariano, e poi di Anna Nardini, madre di April. Anche in questo caso, la vecchia star di Twin Peaks segnerà la fine di un’altra storia d’amore, quella tra Lorelai e Luke.

Ora che pensate di sapere ogni cosa sulle ragazze Gilmore, ricadrete in tentazione la prossima estate? Io credo di sì, perché la forza di Una mamma per amica è proprio quella di riuscire a tenerti incollato allo schermo facendoti ridere per battute che non avevi colto le prime volte, sorprendendoti con le continue citazioni alla cultura di massa e riuscendo a svelarti sempre nuovi dettagli come foste dei novelli spettatori.

Autore

Ottavia Gaio
Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *