MentiSommerse.it

L'arte ci rende immortali

I Fiordalisi – Bruciare la sete

Non spenderò parole sulla giovane di età di Lorenzo Pataro, autore della raccolta oggi presentata su I Fiordalisi, perché il seme della poesia può essere coltivato anche quando l’adultità è ancora una tappa da raggiungere, come anche altri autori, coetanei di Lorenzo, già ci hanno dimostrato.

Quello che, invece, mi interessa mettere in risalto è la ricerca, perpetrata soprattutto attraverso l’uso della rima e della ripetizione terminologica, di colpire il lettore, prima che emotivamente, fisicamente, come se le parole diventassero la punta di una spada con cui è possibile smuovere e richiamare all’attenzione. Del resto Bruciare la sete (Controluna Edizioni di poesia 2018) anticipa fin dal titolo la sua intenzione, iconologicamente ossimorica e chiastica, di tentare la grande impresa, ammettendo senza accomodanti illusioni la difficoltà del percorso e l’impegno estenuante proprio di ogni indagine, prima tra tutte quella esistenziale in seguito alla fine di un grande amore o percepito tale: e proprio sul discorso di riappropriazione dell’io post perdita molto insiste Eleonora Rimolo nella sua puntuale prefazione all’opera, in cui il medium poetico viene presentato come ausilio concreto per prendere congedo dal dolore.

Amarsi un po’/è un po’ fiorire/aiuta sai/a non morire cantava Battisti e Pataro, per mostrarci senza mezzi termini in quale terra stiamo andando a incanalare la coltivazione poetica, mette proprio queste parole del repertorio cantautorale italiano a inizio raccolta; e questo perché Lorenzo parte dal conosciuto e dal percepito, dalla sezione di mondo finora vista e la propone al lettore con semplicità linguistica e di contenuto, mirando all’incisività, talvolta riuscita, ancorata al gioco di parole e alle figure retoriche di suono di cui la raccolta è colma. Parlare d’amore in versi non è una colpa e farlo con purezza di intenti e assenza di snobismo è un atto di coraggio: questo il più grande merito di Pataro in Bruciare la sete.

 

Bruciare la sete (Controluna Edizioni di Poesia 2018)

 

Attraversarsi

Dopo la tua freccia

lascia che anch’io

ti attraversi

come un frusciante foglio di luce

sottotono e sottovoce.

 

Un fiume che bacia

con gli occhi chiusi

la sua foce.

 

 

Promessa fragile

Immagina

di buttarti

a capofitto

nel vuoto

e che ci sia

io

lì sotto

a salvarti.

È questa

la fragile promessa

che vorrei farti.

 

Di afferrarti

anche quando sarà impossibile.

 

 

Nascondersi

Come il sole

che quando piove

resta nascosto,

tu rimani al di là del Bosco.

 

È quello il nostro posto.

 

Cassandra

D’ora in poi

prima d’ogni mia fatale catastrofe

come Cassandra

tu prevedimi sempre

coi tuoi profetici baci.

 

Perché se c’è la guerra

tu sei la Pace.

 

 

Lorenzo Pataro, nato a Castrovillari (Cs) il 14 novembre 1998, vive a Laino Borgo (Cs) da sempre. Diplomato al liceo scientifico di Lagonegro (Pz), da ottobre studia Lettere Moderne presso l’università degli studi di Salerno. Scrive anche racconti e uno di questi, “Storia di un violino e di un corallo”, nel 2015, è stato pubblicato in un’antologia per scopi umanitari, “Uomini su carta” vol. 2, a cura di Gemma Gemmiti. Due poesie tratte da “Bruciare la sete” sono state pubblicate in anteprima da Atelier Poesia, e una di queste è stata tradotta in spagnolo dal Centro Cultural Tina Modotti di Antonio Nazzaro. Altri testi sono usciti per altre riviste come PoetarumSilva, YAWP: giornale di letterature e filosofie, Frequenze poetiche.

 

Alessandra Corbetta
(guarda anche l’uscita precedente)

Autore

Alessandra Corbetta
Alessandra Corbetta
Alessandra Corbetta è nata a Erba il 4 dicembre 1988. È dottore di ricerca in Sociologia della Comunicazione e dei Media e, in Social Media Communication, ha conseguito anche un master; è stata responsabile web e Social Media Director de La Casa della Poesia di Como, per la quale ha creato anche il sito www.lacasadellapoesiadicomo.com e con la quale continua a collaborare come Web Assistant e Content Writer e nell’organizzazione di reading ed eventi poetici, tra cui il Festival Europa in Versi.
Ha scritto per la rivista culturale Alfabeta2.
Per Flower-ed ha pubblicato la monografia poetica “L’amore non ha via” e per Silele Edizioni il romanzo “Oltre Enrico (Cronistoria di un Amore sul finale)”.
Scrive di poesia e cultura per il blog Tanti Pensieri e di New Media e società per il giornale online Gli Stati Generali. Per il blog Menti Sommerse dirige la rubrica poetica “I Fiordalisi”. Ha vinto e ricevuto segnalazioni di merito a diversi concorsi poetici, tra cui il premio della critica a “Ossi di seppia”.
Per Lieto Colle è uscita nel 2017 la raccolta di poesie “Essere gli altri”.

Tutta la sua attività scientifica e poetica è disponibile sul sito web http://www.alessandracorbetta.net

One thought on “I Fiordalisi – Bruciare la sete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *