“Tutto sua madre”: J-Ax torna solista ed emoziona

Una vecchia pubblicità recitava “two is megl’ che one”, un mix italo-inglese per indicare che, appunto, l’unione di due cose sia meglio della cosa singola. Evidentemente questo insolito proverbio non ha funzionato in ambito musicale per J-Ax che, dopo aver deciso di aprire una lunga parentesi di collaborazioni con Fedez, ha perso la bussola, snaturandosi oltremodo per adattarsi ad un mondo redditizio e di successo, ma forse troppo lontano dal proprio essere.

Ora, dopo ben tre anni, J-Ax (all’anagrafe Alessandro Aleotti) torna alla carriera da solista e lo fa nel migliore dei modi: è infatti disponibile da venerdì il suo nuovo singolo “Tutto sua madre”.Risultati immagini per j-ax tutto sua madre

Il brano, autobiografico, è un inno alla vita e alla famiglia e raffigura l’artista come un “comune” essere umano, con le sue paure, la sua rabbia, la sua gioia e il suo amore. Senza risultare troppo azzardati, si potrebbe considerare la canzone una nuova “A te” di Jovanotti, che però in questo caso non si “limita” ad una semplice dedica, ma si trasforma in un vero e proprio racconto di tutto ciò che significhi avere un figlio, includendo momenti più e meno positivi. Traspaiono infatti dal testo, una vera e propria poesia, tutte le difficoltà che Ax e la sua Elaina hanno affrontato per dare alla luce il piccolo Nicolas, il loro primogenito nato ad inizio 2017. Ciò che colpisce di un brano così dolce ma allo stesso tempo così duro e sofferto  è proprio la capacità di coinvolgere appieno l’ascoltatore, trascinandolo in una dimensione così reale e realistica da sembrare propria. La bravura di J-Ax sta nell’abilità di affrontare in un unico brano tematiche quali la difficoltà di avere un figlio, la paura di invecchiare, la fecondazione assistita, i pregiudizi delle persone, la medicina, la religione e, infine, l’amore, che in un colpo spazza via tutti i momenti negativi.

Risultati immagini per j-ax tutto sua madre

L’amore traspare soprattutto nel ritornello, una vera e propria dichiarazione d’amore per Nicolas, ricca di dolci promesse che un padre fa al proprio figlio:

“E ti porterò lontano con la forza di un missile, 

e ti prenderò per mano, ti porterò a giocare su un prato 

 E il telefono l’ho buttato  e ho buttato tutte le pare 

 per fortuna assomigli a tua madre 

per fortuna sei tutto tua madre

Eppure, nonostante i tristi momenti della storia raccontati, l’amore appare in ogni singolo verso del brano, in quanto anch’essi simbolo di un affetto che parte da molto prima della nascita: un testo che, insomma, fa riflettere, avvicinando l’ascoltatore al mondo di Ax in quanto artista ma, soprattutto, in quanto uomo comune, esaltandone i pregi e i difetti. Dopo un’estate colma di tormentoni e canzonette, “Tutto sua madre” porta finalmente un po’ di sentimenti reali nelle radio e nei cuori degli amanti della musica, donando allo stesso tempo un J-Ax totalmente ritrovato e di altissimo livello.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *