Roma trionfa a Venezia: i vincitori della 75ª edizione del Festival del cinema

Si è conclusa sabato 8 settembre la 75esima edizione del Festival del cinema tra Venezia che si è confermato essere l’evento cinematografico più importante e di successo di tutta Europa.

Nel corso di poco più di una settimana il Lido di Venezia è diventato il centro del mondo cinematografico che mai come quest’anno ha messo in ombra qualsiasi altro festival con la sua varietà di generi e ricchezza di titoli importanti che, possiamo già immaginare, faranno parlar di loro ancora a lungo.

Ma veniamo al sodo: chi sono stati i vincitori di questa edizione del festival?
Il film che esce vincitore dalla competizione è “Roma” di Alfonso Cuaron, che si è quindi aggiudicato il famigerato Leone d’oro e che sarà al cinema in Italia in sale selezionate e disponibile su Netflix dal 14 dicembre.
La coppa Volpi (che prende il nome da colui che il festival lo realizzò per la prima volta) ha invece premiato Olivia Colman per la sua interpretazione della regina Anna ne “La favorita” di Yorgos Lanthimos (al cinema dal 24 gennaio 2019), mentre la migliore interpretazione maschile è stata quella di Willem Dafoe per il suo Vincent Van Gogh in “At Infinity’s Gate” di Julian Schnabel, nelle sale dal 3 gennaio 2019.
La migliore regia e stata invece quella di Jaques Audiard per il western “The Sisters Brothers” e restiamo nel genere western anche per la sceneggiatura, dove a trionfare sono stati i fratelli Coen con “La ballata di Buster Scruggs“,d disponibile su Netflix.

The Nightingale” della regista Jennifer Kent sulla colonizzazione del territorio australiano da parte dell’Impero britannico si aggiudica ben due premi: quello speciale della giuria e il premio Marcello Mastroianni per il miglior attore emergente che ha visto vincitore Baykali Ganambarr.

Oltre alla sezione ufficiale, da qualche anno il festival resta al passo con i tempi e si occupa con la sezione Orizzonti di film che sono, ognuno a suo modo, alternativi.

Quest’anno a trionfare come miglior film è stato “Karaben Rahu” di Phuttiphong Aroonpheng, la migliore regia quella di Emil Baigazin per “Ozen” mentre il miglior corto è stato “Kado” di Aditya Ahmad
I migliori attori sono stati Kais Nashif e Natalya Kudryashava, mentre per la sceneggiatura è stato premiato “Jinpa” di Pema Tseden.

Il premio speciale della giuria è andato ad “Anons” di Mahmut Fazil Coşkun, mentre il premio Luigi De Laurentiis che assegna 100.000 euro da dividere tra regista e produttore per la distribuzione del film è andato a “The Day I Lost My Shadow” di Soudade Kaadan.

Così si è conclusa l’edizione numero 75 della Mostra internazionale dell’arte cinematografica di Venezia, che si lascia alle spalle un’edizione interessanre quanto poche volte in precedenza e che lascia solo ben sperare per la prossima edizione!

 

 

Emiliana D’Agostino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *