MentiSommerse.it

L'arte ci rende immortali

La combriccola del Blasco, una seconda grande famiglia

La musica è in grado di creare legami unici, indissolubili. “La combriccola del Blasco”, infatti, è pronta a riunirsi a Zocca, per un evento interamente dedicato al padrone di casa.

Per presentare l’evento e raccontare la passione che la lega a Vasco Rossi, abbiamo contattato Silvia Balestri, presidente – o meglio, presidentA, come ama definirsi – di “Quelli di Zocca fan club“.

QUARTO RADUNO NAZIONALE DELLA COMBRICCOLA DEL BLASCO: IL PROGRAMMA

Sabato 1 settembre 2018 torna a Zocca (MO) il quarto raduno nazionale della COMBRICCOLA DEL BLASCO, un evento organizzato da “Quelli di Zocca fan club” , quest’anno nella sua #VRedition, dedicata ai due VR più importanti d’Italia: Vasco e Valentino Rossi. Il raduno nazionale è un evento completamente dedicato a Vasco Rossi e agli appassionati della sua musica. L’evento nasce dalla passione di sei ragazzi del consiglio direttivo di “Quelli di Zocca fan club”, che volevano creare a Zocca qualcosa di speciale per omaggiare il loro Rocker.

Dalle ore 10 attività collaterali ai concerti per tutti i fan e gli appassionati della musica di Vasco. Ecco il programma della giornata:

  • ore 10: MERCATINO DELLA MUSICA E DELL’ARTIGIANATO (via M. Tesi)
  • ore 11 ART ARENA – teatro punto com (sotto al comune, via del mercato) : esposizione artistica “40 anni di occhi blu” : i ritratti di Vasco, visto dagli occhi di Sally…una fan cresciuta con la sua musica!
  • ore 12: MOTOMEETING – motoincontro (Piazza Martiri della Libertà) con CONTEST TU SI CHE VALE per tutte le moto dedicate a Vasco Rossi o Valentino Rossi.
  • ore 1 TATTOO ARENA(via mauro tesi) – il contest dedicato ai tatuaggi per il rocker di Zocca
  • ore 16-18 ROSSI NON STOP – il live acustico di Christian Api Apicella (via M. Tesi) seduti per terra, tutti insieme a cantare le canzoni di Vasco!

ORE 18.30 – LIVE ARENA | IL PALCO DEL RADUNO NAZIONALE

via del mercato:

  • MUSIC CLINIC con VINCE PÀSTANO | produttore e chitarrista di Vasco
  • MUSIC CLINIC con STEF BURNS | chitarrista di Vasco
  • DELINQUENTI ALLA DERIVA – tributo a Massimo Riva e alla Steve Rogers Band
  • DIAPASON BAND – tributo a Vasco Rossi

Presenta sul palco Lorenzo Rossi Sturani, speaker di Punto Rossi , programma radiofonico di Punto Radio!

IL MIO PRIMO INCONTRO CON VASCO ROSSI

Relativamente al mio primo incontro con Vasco non saprei cosa raccontare, sono sempre momenti carichi di emozione. L’unica cosa che posso e che ho voglia di dire è che, nonostante sia uno dei più grandi cantanti della musica italiana, ha quei due occhi azzurri che ti spiazzano sempre mentre gli parli. 

LA COMBRICCOLA DEL BLASCO, UNA GRANDE FAMIGLIA

La combriccola del Blasco era tutta gente a posto! Da anni ormai è per noi una seconda casa, una seconda grande famiglia. Con loro ci divertiamo e ci emozioniamo ai concerti e a queste serate che organizziamo, condividendo la passione per la musica di Vasco.

LA SVOLTA METAL DI VASCO ROSSI? MI È PIACIUTA MOLTO

Per quanto riguarda la svolta tendente al metal, a me è piaciuta molto. Anche il tour di quest’anno era molto particolare e ha tirato fuori alcuni brani che non erano portati live da tanto, come Stupido Hotel. Quello che preferisco rimane comunque il Vasco Rock degli anni 80. Adoro “Stupido Hotel” e devo dire che la più grande sorpresa per me è stata Modena Park. Ho visto un Vasco sul palco che mi ha dato tantissimo a livello emozionale. Lì c’è stato veramente il racconto di un percorso musicale lungo 40 anni e tanto di cappello a lui e alla produzione per quello che ci hanno regalato. 

IL MIO RICORDO DI MODENA PARK

Di Modena Park a me rimane, in primis, il ricordo del medley con Gaetano Curreri sul palco. Ero al concerto insieme a mia sorella, con la quale condivido questa grande passione verso la musica di Vasco, e ricordo quei pianti di gioia nel sentire “Silvia”, “La nostra relazione” e comunque quel flashback nell’album “Ma cosa vuoi che sia una canzone”, che a buon diritto è uno dei miei album preferiti di Vasco. Per me quello è stato il momento più bello di Modena Park, per le emozioni, per quello che significava il ripercorrere gli inizi di carriera. Di quella giornata comunque rimane tutto indimenticabile: gli amici, gli abbracci con chi non si vedeva da tempo e si incontra ai concerti, i sorrisi, tutto.

A Silvia Balestri va un sentito ringraziamento da parte della redazione di MentiSommerse.it

Intervista realizzata da Corrado Parlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *