Novità musicali della settimana: tra comicità, sesso e accuse

Si rinnova l’appuntamento con le novità musicali più interessanti della settimana che, musicalmente, comincia il venerdì. Se la settimana scorsa le novità erano state ben poche, venerdì 13 Luglio ne ha portate anche meno, sebbene alcune siano davvero di spessore, che sia mediatico o qualitativo.

Se tra gli album infatti non c’è nulla da segnalare, in una classifica che vede ai primi posti le compilation dell’estate, tra i singoli spicca nel nostro Paese il ritorno di Fabio Rovazzi, l’ex youtuber che ha traslato la sua comicità alla musica. Dopo l’enorme successo dei precedenti singoli (“Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante” e “Volare” con Gianni Morandi, 11 dischi di platino in tutto), Rovazzi ci riprova quest’anno con un altro brano ad alto tasso ironico intitolato “Faccio quello che voglio”.

Risultati immagini per faccio quello che voglio

La canzone, stilisticamente in linea con le precedenti, sebbene meno immediata al primo ascolto, si avvale della partecipazione vocale di tre big della musica nostrana, ovvero Nek, Emma Marrone e AlBano, ai quali è dato l’onere di cantare il ritornello. Da segnalare senza alcun dubbio il video: ben 9 minuti in cui Rovazzi, insieme a vari VIP tra i quali lo chef Carlo Cracco, la giornalista Diletta Leotta e Flavio Briatore, si cimenta nelle vesti di attore in quella che sembra una esilarante parodia di 007, supportato da effetti speciali di prim’ordine. Il risultato è divertente e geniale, dimostrando le grandi qualità mediatiche del “cantante” milanese.

Dall’estero arriva invece la novità più interessante: si tratta del nuovo singolo della popstar Ariana Grande “God is a woman”, brano estratto dall’atteso album Sweetener che già dal titolo ha lasciato perplesse un buon numero di persone. Il testo parla infatti senza troppi filtri di sesso e il titolo fa riferimento alla sensazione di un ragazzo che vede nella sua donna una vera e propria divinità, anche per le cose che fa…a letto! Per questo motivo la cantante è stata accusata di poca eleganza e blasfemia.

Risultati immagini per god is woman

Di contro, la 25enne ha tenuto poco a bada le polemiche rilasciando uno splendido video, ricco di effetti e speciali e denso di significati, ma sicuramente in linea con il tanto criticato testo. Il video rappresenta infatti la cantante come una vera e propria divinità greca, che nelle vesti di Madre Natura, crea pianeti e rivendica con grande forza il “girl power”: se da un lato infatti si lascia andare a poco celati doppi sensi a sfondo sessuale, dall’altro si fa portavoce di tutte le donne che vengono costantemente sottomesse da una società ancora profondamente maschilista. E’ così che emergono nel video scene in cui Ariana impersona  personaggi della mitologia (la lupa di Romolo e Remo, una dea dell’Olimpo, un gatto) o trasla figure storicamente maschili in femminili (“Il pensatore”, uno scienziato greco, “La creazione di Adamo” di Michelangelo), sottolineando quanto spesso la società abbia, anche storicamente, privilegiato gli uomini. In questa cornice il brano e il video appaiono così in veste totalmente nuova, e spiegano perfettamente gli ideali femministi di Ariana Grande. Anche le scene dense di doppi sensi emergono in questa interpretazione come una forma di “libertà”, una voglia delle donne di poter liberamente parlare di sesso come molto spesso fanno gli uomini nelle loro canzoni senza suscitare lo stesso clamore. Ariana fa sicuramente centro.

Risultati immagini per jumpsuit twenty one pilots

Ultimo ritorno degno di nota è infine quello della band americana dei Twenty One Pilots, che con l’ultimo album “Blurryface” aveva monopolizzato il mercato musicale mondiale (anche in Italia), proponendo brani che sono diventati successi clamorosi. Il comeback, realizzato dopo un brevissimo preavviso, ha portato alla luce ben due brani intitolati “Jumpsuit” e “Nico and the Niners”, il videoclip del primo e l’annuncio delle date del prossimo tour mondiale del gruppo. Sebbene i brani sembrino ad un primo ascolto meno immediati e “commerciali” di quelli che li hanno consacrati a livello globale, il successo non si è fatto attendere, portando il brano designato come apripista, ovvero Jumpsuit, ai vertici delle classifiche mondiali. Sonorità nuove, originalità e grande qualità le doti della band, che proverà a scuotere nuovamente un panorama musicale che, nel loro campo, ha pochi rivali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *